Resta in contatto

Approfondimenti

Grifo, la Salernitana uno dei bersagli preferiti da Re Pietro Iemmello. E Oddo…

Il bomber di Catanzaro a segno ben quattro volte e sempre con la maglia del Foggia in cinque occasioni in cui ha affrontato i campani. Tra il tecnico e il Cavallino solo pareggi ma ricchi di reti e colpi di scena…

Tanti gol, tanto spettacolo, risultati rocamboleschi. Nel Perugia che si appresta ad affrontare la salernitana all’Arechi ci sono due nuovi protagonisti rispetto alle passate stagioni che con la Salernitana sembrano avere una sorta di conto aperto. Il primo è sicuramente Re Pietro Iemmello, il super bomber della serie B che proprio nella squadra granata campana ha uno dei bersagli preferiti. Iemmello infatti ha affrontato la Salernitana in cinque occasioni nel corso della sua carriera segnando la bellezza di quattro gol, tutti con la maglia del Foggia.

Nella serie C1 2014-2015 il bomber di Catanzaro andò a segno addirittura sia all’andata che al ritorno in occasione delle sfide fra Foggia e Salernitana: una doppietta nel 2-2 all’Arechi all’andata, gol nell’1-1 dello Zaccheria al ritorno. Non pago, Iemmello ha saltato l’appuntamento con il gol in occasione della sfida fra il suo Spezia e i campani nel 2016-2017 (1-1) ma poi ha segnato un gol al Cavallino anche l’anno scorso, quando è tornato a Foggia, in occasione del secondo 3-1 rifilato dai rossoneri alla Salernitana allo ‘Zaccheria’ all’andata.

Quanto a Massimo Oddo, il tecnico del Perugia ha affrontato la Salernitana in due occasioni è sempre quando era alla guida del Pescara, senza mai riuscire a vincere ma anche senza perdere. Due incontri e due pareggi infarciti di gol e spettacolo nella stagione 2015-2016: all’andata finì 1-1 con gol di Valoti per il Delfino e risposta di Gabionetta per gli ospiti;  al ritorno invece all’Arechi fu uno scoppiettante 2-2: all’iniziale gol campano di Coda risposero Lapadula e Verde, Donarumma siglò la rete del definitivo pareggio in un match che vide i padroni di casa fallire anche un calcio di rigore, tirato da Coda e parato da Fiorillo.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

Il Grifo di Franco Vannini, i giorni del ‘Condor’

Ultimo commento: "Risalgo al campionato della promozione in serie A, con Castagner alla guida...."

Renato e Perugia: una città, una squadra, uno stadio e il suo uomo-simbolo

Ultimo commento: "Del povero Renato il suo straordinario senso tattico e la padronanza dei fondamentali del calcio unite ad una attenta visione geometrica del gioco a..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "[…] Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli […]"

Video eccezionale: Il Grifo e la lungimiranza di D’Attoma

Ultimo commento: "[…] Video eccezionale: Il Grifo e la lungimiranza di D’Attoma […]"

Serse Cosmi: le imprese del Grifo con l’uomo del fiume

Ultimo commento: "Il perugia più bello forte con tenacia si poteva vincere con chiunque in casa !!! Tedesco ze maria vryzas miccoli...."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da Approfondimenti