Resta in contatto

News

Serie A: rendimento-investimenti, Lazio e Samp sul podio

I dati del Cies e i risultati dell’andata incoronano Lotito e Ferrero. Bene pure il Parma. Udinese, Roma e Toro sono invece quelle che hanno investito peggio. Ma c’è un intero girone per rifarsi

E’ iniziata la sessione invernale del Calciomercato 2019, per molti l’occasione di rifarsi, ma chi ha speso male e chi invece ha speso bene nella sessione estiva del calciomercato? A dirlo sono i risultati, incrociati con i dati del Cies sugli investimenti dei club. Intanto, è considerevole l’aumento dei soldi complessivi spesi dalla Serie A nel calciomercato estivo: 1,13 miliardi di euro rispetto 941 milioni della stagione precedente. Naturalmente è la Juventus a guidare il gruppetto di quelli che hanno speso di più, con 250 6 milioni di euro investiti tra cui quelli per Cristiano Ronaldo, seguita a ruota dalle varie Milan, Inter e Roma.

E la Juve, prima neglli investimenti e prima in classifica, è dunque ‘alla pari’. Ma a fronte di club che possono spendere e che hanno di conseguenza speso, ci sono invece quelli che si sono affidati ad affari a costo zero, prestiti oppure acquisti last-minute in onore alla sostenibilità economica. Come ad esempio Lazio (41,5 milioni di euro spesi), Sampdoria (39,8 milioni) oppure Parma (13 milioni) che si trovano in cima alla classifica spese-rendimento. I biancocelesti di Lotito, dodicesimi nella classifica delle spese, sono quarti nella classifica della Serie A; i doriani, tredicesimi per le spese, sono sesti in A; i ducali, terzultimi nelle spese, sono dodicesimi nella graduatoria del massimo campionato per quanto concerne il girone di andata, seguiti da Napoli e Fiorentina che hanno tre posizioni in più rispetto ai soldi investiti, Empoli con due posizioni in più, Inter, Cagliari e Frosinone con una posizione in più.

Male, anzi malissimo sono andati gli investimenti di un club abituato a spendere bene come l’Udinese (-8 posizioni rispetto agli investimenti estivi da 45,3 milioni), ma anche della Roma (130 milioni di investimento con sette posizioni in meno), del Torino (48,05 milioni e cinque posizioni in meno), del Bologna (33,3 milioni con quattro posizioni meno) e del Milan (124,5 milioni con tre posizioni in meno). Queste ultime sono situazioni ‘recuperabili’ come anche quelle di Genoa (41,5 milioni e due posizioni in meno), Sassuolo (47,05 milioni), Atalanta (46,3 milioni) e Chievo (10,5 milioni), tutte con una posizione in meno.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Grande e irripetibile! Mai più Uno così (purtroppo)! Riposa in pace!"

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Grande Tigre..Grande Uomo...Grande Calciatore. Antonio Ceccarini da Sant'Angelo in Vado....con Ramaccioni che lo portò a Città di Castello...per..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Non l' ho mai conosciuto direttamente, ne' incontrato da vicino pero' ho 1 piccolo ricordo di lui quando non era conosciuto. Il Grifo giocava in C2,..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Che dire di Castagner persona semplice genuina grande tecnico grande uomo quello che ha fatto a Perugia penso sia irripetibile che dire di più?"

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Grande Galeone un profeta... Number one"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da News