Resta in contatto
Sito appartenente al Network

BiancoRosso - Il Personaggio

Ex Perugia, Italiano si prepara a testare la Oddo-band: ‘Il mio Spezia punterà alla A’

L’ex Grifone ufficializzato e presentato dall’ambizioso club ligure che il 30 luglio sarà avversario dei grifoni nella prima uscita al ‘Curi’: ‘Voglio continuare a vincere, il calcio è uguale in ogni categoria…’

A Perugia è stato una meteora. Venne preso – non senza mugugni per il suo recente coinvolgimento nello scandalo scommesse – alla fine della squalifica e alla vigilia di un playoff che, per cambiare, il Perugia avrebbe perso. Se ne andò dopo essere stato  impiegato in appena due partite, contro il Prato e nella finale di ritorno contro il Pisa. Insomma, a dispetto di una bella carriera da calciatore (era un gran play, con visione di gioco, piede educato e lancio lungo da fare invidia, vinse molto con la maglia del Verona, del Genoa e quella di Chievo e Padova) in biancorosso non riuscì a lasciare il segno. Ma già allora si vociferava della sua volontà di diventare allenatore.

Detto, fatto. E che allenatore. Alla prima occasione o quasi, Vincenzo Italiano ha fatto centro. L’inizio è stato nel 2014 come secondo di Dal Canto a Venezia, poi un po’ di gavetta con Vigontina e Arzignano in Serie D ed ecco, nella passata stagione, la grande occasione: il Trapani tra i pro, in Legsa Pro. Trapani subito portato in Serie B a suon di vittorie nonostante la stagione difficilissima a causa delle difficoltà societarie, con tanto di stipendi non pagati e vicissitudini varie, come da copione in questi casi. Resta l’impresa di Italiano, che grazie al Trapani si è guadagnato la chiamata dell’ambizioso Spezia, che lo ha appena ufficializzato e che nel prossimo campionato di B punterà alla promozione in  A, senza se e senza ma.

‘Parto da una base solidissima – ha detto alla Gazzetta dello Sport – con uomini che hanno dimostrato il loro valore. Serie A? Bisogna essere ambiziosi e i presupposti per fare bene ci sono. Con me porto tre dello staff, a cui si aggiungeranno altri”. E non gli pesa affatto che si tratti della sua prima volta in Serie B: “Il calcio è uguale in ogni categoria, cambiano solo le qualità dei giocatori, le caratteristiche e le presenze sugli spalti”.

Italiano e il suo Spezia saranno tra l’altro l’avversario della prima uscita del nuovo Perugia al ‘Curi’, il prossimo 30 luglio al termine del ritiro adi Pietralunga, quando sarà effettuata anche la presentazion e della squadra ai tifosi. E come primo avversario per Massimo Oddo e la nuova realtà biancorossa, sarà subito un test davvero probante.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Arriva la settimana degli acquisti: cosa serve al Perugia?

Ultimo commento: "Qualcuno lontano da Perugia"

Grifo, il Pagellone di fine anno: che voto a Lisi?

Ultimo commento: "scusate l intrusione ma non si puo sentire che lisi non e un giocatore io sono di pisa e vi posso garantire che da noi a fatto la differenza forse..."

SONDAGGIO: Gong sul mercato di gennaio. Che voto al Perugia?

Ultimo commento: "Cari amici leccesi uno scarso nel vostro attacco si vede troppo ma nel nostro neanche si nota"

Pallone d’Oro biancorosso 2021: il vincitore è Salvatore Burrai

Ultimo commento: "Quindi Burrai è risultato più decisivo di Angella tra l'anno scorso e questo girone di andata. Complimenti"
Advertisement

I Miti biancorossi

Il 'Tigre' di Perugia

Antonio Ceccarini

Il bomber perugino campione d'Europa

Fabrizio Ravanelli

Il 'Condor' biancorosso

Franco Vannini

Il profeta di Perugia

Giovanni Galeone

Lo storico allenatore biancorosso

Guido Mazzetti

Il principe del Sol Levante

Hidetoshi Nakata

L'allenatore del Perugia dei 'miracoli'

Ilario Castagner

Il Lord capitano del Perugia dei miracoli

Pierluigi Frosio

L'uomo-simbolo del Perugia

Renato Curi

L'uomo che apparteneva al fiume

Serse Cosmi

Altro da BiancoRosso - Il Personaggio