Resta in contatto

News

Frosinone-Perugia, il doppio ex Russo: “Gara aperta. Che ricordi…”

Il difensore centrale passò dal Grifo al Leone nel 2013 dopo la rocambolesca partita dei play off persa dai biancorossi di Camplone contro il Pisa. Con i gialloazzurri ha giocato in Serie A

“È una partita con sensazioni diverse dalle altre”. Ecco la sintesi delle battaglie tra Perugia e Frosinone nella parole di Adriano Russo. “Si tratta di due squadre che spesso – ha aggiunto il doppio ex – si sono ritrovate a competere per gli stessi obiettivi”.

E la storia si ripete ancora. Domenica, allo Stirpe, va in scena un nuovo capitolo. “Quando ero a Perugia – ha ricordato Russo a www.linchiestaquotidiano.itaffrontai il Frosinone al Matusa il 7 aprile del 2013. Il nostro era uno squadrone e ricordo che vincemmo solo 1-0 con Zappino che prese 8 in pagella. Però non ebbi lo stesso trasporto emotivo di quando, invece, approdai in giallazzurro. Sia per me che per Daniel Ciofani gli incroci col Grifo hanno sempre avuto un’importanza diversa. Da ex era inevitabile che fosse così”.

Russo con il Perugia ha vissuto due stagioni con il salto in C1, fino al clamoroso epilogo nei play off del 2013 contro il Pisa. In quell’estate il trasferimento al Frosinone e la cavalcata dalla C1 alla Serie A con 10 presenze e una rete nel massimo campionato.

Oggi il Perugia, con 33 punti, rincorre il Frosinone che è secondo a quota 37. Domenica sarà “una gara sicuramente aperta. Il Frosinone è reduce da tre vittorie consecutive, il Perugia con Cosmi ha acquisito aggressività e compattezza e verrà per fare risultato”.

Nesta da una parte, Cosmi dall’altra. “Mi avrebbe fatto piacere essere allenato da entrambi – ha detto Russo che oggi è svincolato dopo un’esperienza in Romania -. Chiaro che avere come tecnico Alessandro Nesta sarebbe stato il top. Campione del mondo e uno dei difensori più forti della storia di questo sport”.

Con il Benevento ormai inarrivabile, la lotta è serrata per la seconda piazza che vale la A diretta. “Il Pordenone identifica un po’ il Frosinone della mia cavalcata – ha concluso Russo -. Lo Spezia gioca un gran calcio ma mi auguro vivamente che il Leone possa sbaragliare la concorrenza”.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Sono trascorsi tanti anni portavo mio figlio allo stadio in curva nord nonostante sia di fede interista . Il Perugia con una squadra che nn ricordo..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "io abitavo a Elce in via Torelli e Cecca era mio vicino di casa. ricordo un uomo vero in campo e fuori sempre rispettoso e disponibile un calcio d'..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Il calcio più bello visto a Perugia......ma aveva anche una grande squadra...fra le più forti!!!"

Il Perugia e la sua storia: la leggenda del ‘Sor Guido’ Mazzetti

Ultimo commento: "Un grande allenatore, un grandissimo uomo !"

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Rappresenta il più grande PG di tt i tempi, nn solo x l'aspetto tecnico,ma x ciò che significò sotto l aspetto sociale caratterizzato da grande..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da News