Resta in contatto

News

I verdetti della giornata: Grifo, la vetta resta a tiro

Il Padova perde a Salò e si trova a +1 dal Perugia insieme alla FeralpiSalò. Il Sudtirol è primo in solitaria con 3 punti di vantaggio sui grifoni e domenica c’è lo scontro diretto

Il Grifo non perde terreno. Con il passo falso del Padova, che perde a Salò e non è più primo, la vetta dista solo tre punti. Il Perugia viene scavalcato dalla FeralpiSalò che, affiancando la squadra di Mandorlini al secondo posto, ha solo un lunghezza di vantaggio dai grifoni. Il SudTirol, se dovesse essere confermata la vittoria a tavolino di Imola, è primo in solitaria. Nelle altre partite, Carpi (sconfitta) e Sambenedettese (pareggio) si allontanano dalla vetta.

FeralpiSalò-Padova

Nel big match delle 17,30 la FeralpiSalò ha meritato la vittoria. Il Padova, nonostante abbia creato di meno nella prima frazione, ha trovato il vantaggio al 69′ con un colpo di testa di Della Latta. I padroni di casa ci hanno messo solo due minuti per pareggiare e otto per trovare il gol vittoria. L’uomo decisivo è D’Orazio. Prima con uno stacco imperioso trasforma in rete il traversone di Bergonzi, poi guadagna un calcio di rigore ed infine con una contropiede mette la parola fine alla partita. Dal dischetto è Miracoli a superare Vannucchi con una conclusione bassa e centrale. La squadra di Mandorlini avrebbe anche l’occasione di pareggiare quando il risultato era sul 2-1, ma la botta di Hraiech si stampa sul palo. La FeralpiSalò scavalca il Perugia ed aggancia il Padova al secondo posto.

Tutti i risultati della dodicesima giornata

Perugia-Gubbio 0-0

Triestina-Fermana 3-1

Matelica-Cesena 2-2

Modena-Sudtirol 1-2

FeralpiSalò-Padova 3-1

Ravenna-Sambenedettese 1-1

Virtus Verona-Mantova 1-1

Vis Pesaro-Carpi 3-2

Arezzo-Fano posticipata

Legnago Salus-Imolese posticipata

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Mi ricordo ancora le risatine della gente incredula quando presentò la squadra per il primo campionato di C , annunciò che sarebbe andato in serie A..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Caro amico ci a portato ci vuole H. Saluti."
Advertisement

Altro da News