Resta in contatto

News

Gyomber conquista la A, Falasco si salva. Il verdetto della stagione degli ex Grifo in Serie B

Sono ventisei i giocatori della cadetteria ad aver indossato il biancorosso. Promosso anche Brignoli. Ai play off Mazzocchi e Gabriel. Ardemagni, Capone e Dragomir finiscono in Serie C

C’è chi festeggia, chi dovrà trovare il modo di rialzare la testa e chi ancora non ha finito la stagione. Sono ventisei i giocatori di B ad avere indossato in passato i colori biancorossi. I grifoni di più lontana militanza sono il centrocampista Di Tacchio il terzino Martella (stagione 2012/2013), quelli di più recente militanza sono Gyomber, Mazzocchi, Iemmello e gli altri protagonisti della drammatica retrocessione della passata stagione. Anche per loro sono arrivati i verdetti della regular season.

Promozione

Brignoli ha difeso la porta dell’Empoli, vincendo il campionato, e tornerà quindi in Serie A dove ha già giocato con il Benevento. La notizia del giorno è la promozione della Salernitana. Colonna difensiva della squadra di Castori è Gyomber, che ha vinto insieme a capitan Di Tacchio quindi la scommessa personale scegliendo di andare a giocare in Campania per cercare ancora la promozione in Serie A.  Giuseppe Barone, figlio di Joe, che non è mai sceso in campo in questa stagione come in quella precedente a Perugia.

Play off

Sono 5 gli ex Grifo che disputeranno i play off. Folta colonia nel Venezia, sono 4 gli ex Perugia alla corte di Paolo Zanetti: Mazzocchi, Dezi, Felicioli e Forte (14 gol in stagione). I lagunari affronteranno il Chievo al primo turno degli spareggi, mentre il Cittadella ospiterà il Brescia di Martella. Già qualificate per le semifinali il Monza ed il Lecce di Gabriel.

Retrocessione

Per la quarta volta da quando è stato introdotto l’attuale format della Serie B non ci saranno i play out perché i punti che separano Ascoli e Cosenza (9) sono più di 4. I lupi retrocedono dopo lo scontro diretto con i ramarri che rimangono in B per la felicità di Burrai, rimasto molto legato ai neroverdi. Le altre tre squadre che scendono in Serie C sono la Virtus Entella, dove si è trasferito Dragomir a gennaio, il Pescara di Nzita, Volta e Capone (allenato da Oddo ad inizio stagione) e la Reggiana di Ardemagni.

Gli altri

Decimo posto per il Frosinone degli ex Grifo (Iemmello e Carraro) che si è salvato a tre giornate dalla fine. I ciociari sono stati allenati inizialmente da Nesta e poi da Grosso. Stesso punteggio, ma una posizione in meno causa scontri diretti, per la Reggina dell’ex Di Chiara. Ne hanno collezionati 48 il Vincenza di Lanzafame, la Cremonese di Buonaiuto, Crescenzi e Ciofani e il Pisa di Perilli e Vido. Quindicesima posizione per il Pordenone di Falasco che evita i play out grazie alla vittoria nello scontro diretto con il Cosenza. Quintultima posizione per l’Ascoli di Leali e Parigini.

Risultati ultima giornata

Chievo Verona-Ascoli 3-0

Cittadella-Venezia 1-1

Empoli-Lecce 2-1

Vicenza-Reggiana 2-1

Monza-Brescia 0-2

Pescara-Salernitana 0-3

Pisa-Virtus Entella 3-2

Pordenone-Cosenza 2-0

Reggina-Frosinone 0-4

Spal-Cremonese 1-0

Classifica finale

Empoli 73 (Serie A)

Salernitana 69 (Serie A)

Monza 64 (Semifinale play off)

Lecce 62 (Semifinale play off)

Venezia 59 (Play off)

Cittadella 57 (Play off)

Brescia 56 (Play off)

Chievo Verona 56 (Play off)

Spal 56

Frosinone 50

Reggina 50

Vicenza 48

Cremonese 48

Pisa 48

Pordenone 45

Ascoli 44

Cosenza 35 (Serie C)

Reggiana 34 (Serie C)

Pescara 32 (Serie C)

Virtus Entella 23 (Serie C)

 

 

 

 

 

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Lo voglio vedere contro Ronaldo!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Gran ceppone e scoordinato

Daniele Vinciarelli
Daniele Vinciarelli
2 mesi fa

Gyomber l anno scorso con la sua testa matta ci ha fatto perdere più di una partita. Angella monqco e sgarbi dono molto ma molto superiori.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Per favore….basta

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Lasciateli perde che è meglio..quelli dello scorso anno che se ne sono andati meglio dimenticarli.se proprio ne vogliamo citare uno da ricordare allora diciamo vicario..e basta

Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ti ho voluto bene e ti ho odiato mi hai fatto piangere di gioia e di rabbia, avrei voluto abbracciarti un giorno e picchiarti il giorno dopo... La..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da News