Calcio Grifo
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Olivieri si riscatta, Coda agguanta il pari: è 1-1 tra Perugia e Lecce

L’ex di turno sblocca il risultato. I pugliesi pareggiano nel finale su rigore. Grifo in dieci per tutto il secondo tempo per l’espulsione di Kouan

Il grande spettacolo sugli spalti, la rivincita di Olivieri e il problema del Grifo con i tocchi di mano. Perugia-Lecce è un film da godersi con i popcorn per gli spettatori neutri per quello che si vede in campo e fuori. I grifoni invece masticano amaro dopo aver assaporato la vittoria contro la capolista al termine di una seconda frazione giocata in dieci uomini, i salentini che pareggiano solo nel finale dal dischetto. Nel primo tempo lo spettacolo in campo è praticamente nullo con le due squadre che non trovano il modo per rendersi pericolose. De Luca ha l’occasione potenzialmente più ghiotta ma in contropiede (due contro due) pecca di egoismo cercando il tiro, invece di servire Olivieri che si era smarcato, e colpendo in pieno Lucioni. Prima di tornare negli spogliatoi, Kouan viene espulso per doppia ammonizione: la prima per una sbracciata ai danni di Blin e poi per un fallo di mano quando in barriera salta con il braccio largo su una punizione battuta dal limite dagli ospiti. Proteste dei grifoni anche per un contatto di Calabresi su Olivieri: troppo leggero per decretare il rigore.

Nel secondo tempo la partita si accende. De Luca entra in area, supera Lucioni con un tunnel e scarica per Olivieri che perde il tempo della conclusione e vede il tiro respinto da Calabresi. Sul ribaltamento di fronte Rodriguez supera Curado e in area trova la grande risposta di Chichizola. Ancora gli uomini di Alvini pericolosi su punizione battuta da Burrai: Curado spizza il pallone che passa poi in mezzo alle gambe di De Luca. L’ex Pordenone inventa l’assist per Olivieri, che scivola via a Lucioni e Calabresi, supera Bleve (Gabriel uscito per infortunio) e insacca. Pazza gioia che sa di rivalsa dopo sei mesi passati a Lecce tra tante critiche e zero gol. Mani alle orecchie nell’esultanza, sorrisi verso la panchina giallorossa al momento del cambio per far entrare Matos. Il Lecce cerca il gol del pareggio. Chichizola blocca su Majer, poi è Bleve a rispondere con i pugni a De Luca. All’89’ Santoro salta in area con il braccio largo e tocca il pallone dopo il colpo di testa di Hjulmand. Calcio di rigore. Chichizola indovina l’angolo ma non basta. Come Forte per la vittoria del Benevento, così trova il pari Coda. Nel finale il portiere argentino si supera sulla conclusione ravvicinata di Hjulmand. Termina 1-1 una partita molto nervosa (10 ammonizioni) giocata davanti a un grande pubblico (4500 tifosi, quasi 1000 ospiti). Il Perugia tiene ancora testa ad una big.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Pagliari: "Cerchiamo di fare il percorso migliore per lui, con i giovani bisogna sempre andare...
Dai quotidiani locali - Dell'Orco spera di tornare a disposizione con l'Ancona. Ballottaggi sulla trequarti...
Da Il Messaggero - Il 37enne attaccante della Recanatese conta 115 presenze e 25 gol in biancorosso...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...