Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

La sfida tra Grifoni: Genoa schiacciasassi in esterna ma non ha mai vinto al ‘Curi’

Dai quotidiani locali: numeri opposti tra il Perugia e la squadra di Blessin. Ma i rossoblù da queste parti hanno sempre fatto fatica

Meno male che il calcio è tutt’altro che una scienza esatta. L’approfondimento è dei quotidiani locali, Il Messaggero e La Nazione Umbria nelle edizioni odierne. Il Genoa di Blessin prossimo avversario del Perugia al ‘Curi’ (domenica ore 15) al Ferraris stenta, al punto da avere racimolato 5 pareggi e una sola vittoria, segnando la penuria di 6 gol e subendone 5. Fuori casa è invece una schiacciasassi: 5 vittorie (e che vittorie: Venezia, Pisa, Ferrara, Cosenza e Terni) e 2 sconfitte (a Palermo e Reggio Calabria), 15 punti (media superiore ai 2 punti a partita), 10 reti segnate e 6 subite.

E’ un Genoa che in effetti fa fatica a far gioco contro le squadre che si chiudono, caratteristica che in un certo qual modo potrebbe essere congeniale al Perugia. I cui numeri interni (1 vittoria, 1 pari e 4 ko) restano allarmanti, anche se i presupposti delle ultime gare avvicinano il Perugia a questa partita con fiducia rinnovata. Ma ecco un dato dalla matrice opposta. In Umbria si contano 14 precedenti tra Perugia e Genoa con 4 vittorie biancorosse, 8 pareggi e 2 soli blitz del Grifone genoano, con 14 reti segnate e 13 subite. Ma attenzione, perché l’ultima vittoria rossoblù a Perugia risale addirittura al 18 maggio 1975 (2-1) nell’anno della prima promozione dei grifoni dalla B alla A, la bellezza di 47 anni fa.

E dunque al Santa Giuliana e non al Curi, che sarebbe stato inaugurato solo 3 mesi dopo con Perugia-Milan in A e che contro il Genoa è a tutti gli effetti imbattuto. Per la cronaca l’ultimo precedente tra Perugia e Genoa al ‘Curi’ risale al primo ottobre 2004, uno spettacolare 2-2 tra Cosmi (sponda Genoa) e Colantuono, quando Fusani rispose a Milito nel primo tempo e Mascara raggiunse al 94’ il Grifone genoano passato di nuovo in vantaggio con una rete del grande ex Giovanni Tedesco. Grandi protagonisti che dovrebbero stimolare gli attuali a scrivere il loro nome sui tabellini di una sfida epica.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Arriva la settimana degli acquisti: cosa serve al Perugia?

Ultimo commento: "Qualcuno lontano da Perugia"

Grifo, il Pagellone di fine anno: che voto a Lisi?

Ultimo commento: "scusate l intrusione ma non si puo sentire che lisi non e un giocatore io sono di pisa e vi posso garantire che da noi a fatto la differenza forse..."

SONDAGGIO: Gong sul mercato di gennaio. Che voto al Perugia?

Ultimo commento: "Cari amici leccesi uno scarso nel vostro attacco si vede troppo ma nel nostro neanche si nota"

Pallone d’Oro biancorosso 2021: il vincitore è Salvatore Burrai

Ultimo commento: "Quindi Burrai è risultato più decisivo di Angella tra l'anno scorso e questo girone di andata. Complimenti"
Advertisement

I Miti biancorossi

Il 'Tigre' di Perugia

Antonio Ceccarini

Il bomber perugino campione d'Europa

Fabrizio Ravanelli

Il 'Condor' biancorosso

Franco Vannini

Il profeta di Perugia

Giovanni Galeone

Lo storico allenatore biancorosso

Guido Mazzetti

Il principe del Sol Levante

Hidetoshi Nakata

L'allenatore del Perugia dei 'miracoli'

Ilario Castagner

Il Lord capitano del Perugia dei miracoli

Pierluigi Frosio

L'uomo-simbolo del Perugia

Renato Curi

L'uomo che apparteneva al fiume

Serse Cosmi

Altro da Approfondimenti