Resta in contatto

News

Dragomir, c’è anche il Genk: ma il Perugia a gennaio non lo cede

Sul talento rumeno ci sono gli occhi di Benfica e club di Serie A, si fanno sotto anche i belgi che presero Zebli per 4 milioni. Ma Santopadre ha deciso: vuole tentare di tutto per la promozione, non se ne parla prima della fine del campionato

Cominciano a rincorrersi con sempre maggiore insistenza voci su Vlad Dragomir, uno dei “ragazzini terribili” di Nesta, come lo definisce Il Messaggero oggi in edicola parlando dell’interessamento del Genk, che si unisce a Cagliari, Udinese e Benfica, squadre che avevano già manifestato interesse per il giocatore nel recente passato. Parliamo dello stesso club che un paio d’anni fa ha sborsato 4 milioni di euro più bonus per il cartellino di Pierre Zebli e con cui il rapporto è ottimo.

Però il Perugia non vorrebbe privarsi di Dragomir già a gennaio. Per due motivi: innanzitutto perché il giocatore è ormai pedina insostituibile della scacchiera di Nesta, che ha trovato la quadra a centrocampo con le due mezzali con determinate caratteristiche a supporto del play. Poi perché a giugno si potrebbe intavolare un discorso di più ampio respiro e più remunerativo per il Perugia, considerando il percorso di crescita del ragazzo e senza dimenticare che in estate ci saranno i campionati Europei Under 21 (da 16 al 30 giugno fra Italia e a San Marino) che potrebbero essere una ulteriore vetrina per far lievitare il prezzo del giocatore.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Giuseppe Prisco
Giuseppe Prisco
2 anni fa

Dico solo:fosse vero che non lo cede!

Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da News