Resta in contatto

BiancoRosso - Il Personaggio

Quando Noemi disse al papà: “Voglio giocare nel Perugia”

Le confessioni del capitano della Juniores Femminile campione d’Italia alla vigilia della nuova stagione.

Diciotto anni compiuti lo scorso 19 febbraio, Noemi Viola è l’unico capitano delle squadre del Perugia, maschili e femminili, a potersi fregiare del tricolore. La stagione a breve ricomincia e lei si confessa in un’intervista al sito ufficiale.

Noemi è originaria di Assisi ed è una sportiva a 360 gradi: “A sei anni, dopo tre di nuoto, vado dai miei genitori e dico loro che avrei voluto giocare a calcio. Mia madre era un po’ titubante, mentre papà era entusiasta perché è un grande appassionato di calcio. Mamma mi ha fatto provare tanti altri sport prima del calcio, ma a settembre ero irremovibile: così ho iniziato in una squadra locale insieme ai maschi per 5/6 anni prima di entrare nel Perugia”.

È un grande onore e responsabilità indossare la fascia di capitano del Perugia ringrazio ovviamente lo staff per avermi dato fiducia e naturalmente anche le mie compagne che non hanno mai fatto mancare il loro supporto. Per me è stato già un onore e un sogno avverato quello di vestire la maglia del Perugia. Anni fa, e come faccio tuttora, andavo allo stadio e dicevo sempre a papà che un giorno volevo indossare anche io quella maglia, ora ho questa possibilità ed è un’esperienza straordinaria. Darò sempre l’anima per onorarla”.

Sarà una stagione molto importante e impegnativa perché ora tutti ci guarderanno con un occhio diverso per il tricolore sulle nostre maglie. Naturalmente il nostro obiettivo è quello di difendere il titolo con le unghie e con i denti. A livello personale, lavorare a fondo per migliorarmi ed essere d’aiuto per la squadra e le mie compagne”.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

Il Grifo di Franco Vannini, i giorni del ‘Condor’

Ultimo commento: "Risalgo al campionato della promozione in serie A, con Castagner alla guida...."

Renato e Perugia: una città, una squadra, uno stadio e il suo uomo-simbolo

Ultimo commento: "Del povero Renato il suo straordinario senso tattico e la padronanza dei fondamentali del calcio unite ad una attenta visione geometrica del gioco a..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "[…] Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli […]"

Video eccezionale: Il Grifo e la lungimiranza di D’Attoma

Ultimo commento: "[…] Video eccezionale: Il Grifo e la lungimiranza di D’Attoma […]"

Serse Cosmi: le imprese del Grifo con l’uomo del fiume

Ultimo commento: "Il perugia più bello forte con tenacia si poteva vincere con chiunque in casa !!! Tedesco ze maria vryzas miccoli...."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da BiancoRosso - Il Personaggio