Resta in contatto

Miti

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Sette stagioni da calciatore biancorosso, uno dei grandi protagonisti dell’era del Perugia dei Miracoli, Antonio Ceccarini sulla fascia sinistra incarnava perfettamente lo spirito da combattente di una squadra leggendaria perché indomabile, di un gruppo unito al punto da arrivare a sfiorare il Paradiso. I perugini si fidavano del ‘Tigre’ e il ‘Tigre’ rispondeva azzannando sul campo, non c’è attaccante che non lo abbia sofferto nè avversario che non lo abbia apprezzato. Se ha un senso parlare di ‘bandiere’ nel calcio, è perchè esistevano uomini come lui.

Questa è la pagina che i tifosi del Perugia dedicano ad Antonio Ceccarini per rievocarne le gesta nella sua carriera biancorossa. Entra anche tu a far parte della storia scrivendo cosa ha rappresentato e cosa rappresenta per te “Il Tigre”.

Che ricordo avete di Ceccarini? Quali aneddoti ricordate legati alla sua esperienza perugina?

Scrivete e aggiornate le sue gesta dentro e fuori dal campo!

14 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
14 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
stefano
stefano
9 giorni fa

Io non da perugino primo anno di università,in quella domenica fredda e piovosa al gol di cecca mi innamorai del grifo.
Anch’io abitavo in via torelli e spesso lo incontravo a far la spesa con la sua bmv.
Grande ceccarini
.

Henry
Henry
20 giorni fa

Negli anni ’80 col babbo andavo spesso al parchetto di San Manno a Ferro di Cavallo, e un giorno incontrammo Ceccarini, che era suo amico e collega, e vedendomi con quel pallone “Super Tele” tirare coi classici “puntatoni” mi consigliò di tirare di collo, ma io da piccolo freghino cocciuto risposi che volevo tirare come mi pareva! Col senno di poi…Però crescendo hai voglia se ho incominciato a tirare le sassate di collo pieno ai campetti! Forse anche grazie a lui!

Loreti Mauro
Loreti Mauro
2 mesi fa

Ero in curva nord quel giorno indimenticabile, avevo 15 anni, con papà e mamma, che non ci sono più, mio fratello, i miei zii. L’immagine di Antonio che scansa con la mano destra Speggiorin e incorna con tanta grinta il pallone carambolato in area di rigore dal tocco vellutato di Casarsa, insaccando il gol del pareggio con l’Inter al 90° passato …… ecco, quell’immagine non si cancellerà mai dalla mia mente. Un’emozione straordinaria, il cuore in gola dalla gioia, e la curva nord impazzita ondeggiava sopra di me. Antonio, quando ti raggiungerò e ti potrò stringere la mano, ti ringrazierò… Leggi il resto »

Peppe
Peppe
4 mesi fa

Grande Tigre..Grande Uomo…Grande Calciatore. Antonio Ceccarini da Sant’Angelo in Vado….con Ramaccioni che lo portò a Città di Castello…per poi più tardi riportarlo e consacrarlo alla corte Grifo. A S.Angelo in Vado anni fa gli abbiamo intestato lo Stadio, e Antonio è sempre nel cuore di chi ha avuto la fortuna di conoscerlo e di chi non ha potuto, ma il ricordo della sua grinta in campo, del suo spessore umano della sua umiltà lo rendono immortale.

x il tigre.jpg
Ronny
Ronny
4 mesi fa

Il Cecco????? Il TIGRE????ANTONIO?????
Una volta era a casa sua con Matteo e ci vide preparare il materiale dei JACOBINS prima di andare giù al CURI…mi guarda e mi fa!!!! QUAND’È CHE FACCIAMO UNA PARTITINA INSIEME CON I FREGHI??
Solo a sentire che avrei giocato con lui AVEVO GIÀ GLI OCCHI LUCIDI….giocammo e credo che IN CAMPO ENTRÒ PRIMA LA SUA SIMPATIA E GENTILEZZA CHE IL GIOCATORE “STORICO” di quel PERUGIA!!! Cecco!!! SEI NEI NOSTRI CUORI SEMPRE!!!! IERI OGGI E DOMANI!!!!
🇦🇹❤️3 CECCO🇦🇹❤️

Carlo Rossi
Carlo Rossi
4 mesi fa

Ci sono uomini che lasciano il segno, che fanno la storia per le loro qualità. Il Tigre(capofila) è e rimarrà per sempre un nostro orgoglio.

Paolo
Paolo
4 mesi fa

Ho avuto l abbonanento in Curva Nord dal primo anno di A fino all ultimo di quell era assieme al mio povero padre e mia sorella Ero ragazzino Papà era innamorato di Ceccarini che lo chiamava Checcarini non ho mai saputo il perché Quel famoso Perugia-Intwr ero con gli amici in mezzo agli Ultras io 14 anni mi sentivo grande come loro Nell intervallo x scaramanzia dissi Mai ho assistito al recupero di 2 gol (poi non vero vi era stato esempio Perugia -Napoli 2-2 del 75/76) ma fui profeta Al gol di Ceccarini mi ritrovai da metà curva a… Leggi il resto »

Andrea
Andrea
4 mesi fa

Che dire!! Ho amato il calcio solo in quel periodo, gli umani che matavano i titani. Avevo 9 anni quando al 95° segnò ALL’INTER. Ho pianto, al solo pensiero mi viene la pelle d’oca. Grande Cecco ❤

Fruttini Gabriele
Fruttini Gabriele
8 mesi fa

io abitavo a Elce in via Torelli e Cecca era mio vicino di casa. ricordo un uomo vero in campo e fuori sempre rispettoso e disponibile un calcio d’ altri tempi purtroppo.

Gian FIlippo Reali
Gian FIlippo Reali
8 mesi fa

Mio compagno di squadra ad Avellino il CECCA era unico grinta e non mollare mai ciao

Francesco
Francesco
8 mesi fa

L’ unico umbro nell Perugia dei miracoli….che la storia possa ripetersi quest’anno con Falcinelli !

77LEGNO
77LEGNO
4 mesi fa
Reply to  Francesco

Il Tigre era nato a Sant’Angelo in Vado in provincia di Pesaro e Urbino…mi raccomando…

Mauro
Mauro
8 mesi fa

Antonio è stato un giocatore fondamentale per quel grifo e per tutta la tifoseria. Ci riconoscevano in lui per l’impegno che metteva e per la grinta che si vedeva nei suoi interventi decisi e decisivi. valutare solo il giocatore sarebbe riduttivo. È stato una persona magnifica che ha continuato a fare strada anche al di fuori del campo. Invio alla signora Grazia un abbraccio simbolico per abracabbracciare il nostro amato TIGRE!

Alberto Fischi
Alberto Fischi
4 mesi fa
Reply to  Mauro

Grandissimo giocatore un mito per noi perugini, non ce n’era per nessuno quando in quei tempi c erano veramente CAMPIONI, GRANDE TIGRE, .GRAZIE
 
 

Altro da Miti