Resta in contatto

Approfondimenti

Perugia, intervista a Santopadre: “Ecco la verità su Cosmi e Falzerano…”

Nei pensieri del numero di Pian di Massiano, durante l’emergenza che sta vivendo lo sport, c’è spazio chiaramente anche per l’aspetto agonistico e la situazione dei grifoni

Accanto alla situazione di emergenza che stanno vivendo il calcio e il Perugia, nelle parole del presidente Santopadre c’è anche la speranza di ripartire al più presto. E il Grifo resta in quelle che il patron definisce “sabbie mobili” sul piano agonistico.

Presidente, come ha vissuto la serie di 5 sconfitte consecutive?
C’ero già passato, avevo il vaccino. L’altra volta avevamo mandato via l’allenatore (Giunti, ndr), stavolta non era il tecnico il problema. C’erano altre situazioni che con il ritiro abbiamo cominciato a smussare, andando in profondità per metterle a posto. Spero, con calma, anche di riprendere certi discorsi”.

Quali sono i mali che hanno colpito il Perugia?
Il primo nemico che abbiamo avuto sono stati l’anarchia e l’egoismo che si era creato nel gruppo”.

E Cosmi?
“Anche lui è stato sommerso da uno tsunami. Siamo passati, in un mese, da una distanza di due punti dal secondo posto a uno di vantaggio sui play out. Siamo ancora incerottati. Tutto quello che sta accadendo ci fa dimenticare che siamo nelle sabbie mobili. Meno male la vittoria con la Salernitana, ma siamo rimasti là sotto. Se e quando riprenderà il campionato, spero che la squadra sia concentrata come nell’ultima gara”.

Perché Falzerano non è stato convocato per due gare consecutive?
“Aveva mancato di rispetto all’allenatore. Giusta la scelta di Cosmi che ha ritenuto dovesse restare fuori due partite”.

In questo momento di fermo come vanno avanti i calciatori?
“Il preparatore ha dato loro un programma da seguire in casa, perché non rimangano fermi del tutto”.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Enrico
Enrico
8 mesi fa

Buona sera dai cquattro bastonate ta le gambe a cuesti mercenari altro che ritiro troppi soldi…

Walter
Walter
8 mesi fa

Non è corretto dire questo presidente perché così si fa passare falserano come quello che non è…lui è stato il primo a dimostrare attaccamento a questi colori…lei è libero di non dire cosa è davvero successo ma allora non dica niente

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

A proposito di questi menefreghismi all’interno dello spogliatoio non si dovrebbe rifondare ogni anno ma cercare di fare gruppo, di avere almeno 2/3 elementi di aggregazione, si percepisce che i giocatori tra loro non si vogliono bene, i campionati di B si vincono se tutti remano dallo stesso verso non se hai grandi giocatori, purtroppo per noi in questi anni non c’è mai stato un vero gruppo.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

A fine campionato fai una bella pulizia pres

Advertisement

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Io sono di parte perchè mia madre è la cugina....ma diciamo che la determinazione che ha avuto Fabrizio è stata una cosa fuori dal comune..mi..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Quando a Perugia dici Ilario hai detto tutto..... Una leggenda"

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Io non da perugino primo anno di università,in quella domenica fredda e piovosa al gol di cecca mi innamorai del grifo...."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Ragazzi, con tutto il rispetto per voi ma... Il Gale è Pescara. Pescara è il Gale. Gale e Profeta, sostantivi coniati da noi.... In bocca al lupo..."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ternano di nascita ma da sempre fervido sostenitore di qualsiasi società sportiva o sportivo umbro in grado di portare il nome della nostra regione..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da Approfondimenti