Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Grifo-stipendi, lo strano caso di Serse Cosmi

Anche il contratto del tecnico del Ponte è in scadenza a giugno: se non arriverà una soluzione condivisa a livello nazionale, in biancorosso rischia di percepire la metà degli stipendi. Lo rivela Il Messaggero che parla anche di nodo-aumento per Iemmello e importante premio di valorizzazione per Nicolussi

Interessante approfondimento da parte dell’edizione umbra de Il Messaggero, che ha analizzato la situazione relativa ai prestiti e i contratti in scadenza in 30 giugno all’interno del Perugia, in attesa che venga trovata una soluzione a livello nazionale. Tra i contratti in scadenza il 30 giugno c’è anche quello di Serse Cosmi, il tecnico del Ponte che è tornato nei primi giorni di gennaio dopo tre lustri sulla panchina che aveva occupato nell’era-Gaucci firmando per sei mesi.

Ebbene, anche Cosmi ha aderito al taglio-stipendi di un mese e mezzo trattato con la società nell’ambito del lockdown per la pandemia e ora si trova nell’assurda situazione di affrontare la probabilissima ripartenza del campionato dovendo lavorare nei mesi di luglio ed agosto senza contratto. Naturalmente – sottolinea Il Messaggero – non sarà certo mai un problema per il Perugia rinnovare un contratto con Cosmi, che si tratti di due mesi o di vent’anni, l’empasse è rappresentata dal fatto che, almeno fino ad oggi, tutti i presidenti di Serie B si sarebbe schierati contro la possibilità di dover emettere busta paga anche  a luglio ed agosto per la stagione 2019-2020. E l’assurdo, se non verrà trovata una soluzione condivisa come auspicabile (si parla di modifica delle Noif per allungare automaticamente i contratti ma il nodo restano proprio gli stipendi) sarebbe che Cosmi alla fine rischia di lavorare per il Perugia per otto mesi e di percepire quattro mesi e mezzo di stipendi. Non è tutto.

Oltre a Cosmi sulla graticola ci sono sette grifoni in prestito (Vicario, Nicolussi Caviglia, Capone, Carraro, Iemmello, Falcinelli e Benzar) e altri due in scadenza (Greco ed Albertoni). Curiosa la situazione di Iemmello, che è arrivato in prestito dal Benevento accettando una riduzione d’ingaggio ma che dal 30 giugno tornerà ad essere un tesserato del Benevento e dunque a guadagnare di più. Cosa accadrà in caso di trattativa per altri due mesi con il Perugia? Teoricamente il capocannoniere del torneo potrebbe persino chiedere l’aumento. Quanto a Nicolussi Caviglia, il baby juventino non dovrebbe rappresentare una criticità. In arrivo per lui c’è un importante premio di valorizzazione dalla Juventus in base al numero delle presenze. Dunque nel suo caso il Perugia non avrà problemi a fare un nuovo, piccolo sacrificio.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Arriva la settimana degli acquisti: cosa serve al Perugia?

Ultimo commento: "Qualcuno lontano da Perugia"

Grifo, il Pagellone di fine anno: che voto a Lisi?

Ultimo commento: "scusate l intrusione ma non si puo sentire che lisi non e un giocatore io sono di pisa e vi posso garantire che da noi a fatto la differenza forse..."

SONDAGGIO: Gong sul mercato di gennaio. Che voto al Perugia?

Ultimo commento: "Cari amici leccesi uno scarso nel vostro attacco si vede troppo ma nel nostro neanche si nota"

Pallone d’Oro biancorosso 2021: il vincitore è Salvatore Burrai

Ultimo commento: "Quindi Burrai è risultato più decisivo di Angella tra l'anno scorso e questo girone di andata. Complimenti"
Advertisement

I Miti biancorossi

Il 'Tigre' di Perugia

Antonio Ceccarini

Il bomber perugino campione d'Europa

Fabrizio Ravanelli

Il 'Condor' biancorosso

Franco Vannini

Il profeta di Perugia

Giovanni Galeone

Lo storico allenatore biancorosso

Guido Mazzetti

Il principe del Sol Levante

Hidetoshi Nakata

L'allenatore del Perugia dei 'miracoli'

Ilario Castagner

Il Lord capitano del Perugia dei miracoli

Pierluigi Frosio

L'uomo-simbolo del Perugia

Renato Curi

L'uomo che apparteneva al fiume

Serse Cosmi

Altro da News