Resta in contatto

News

Grifo, da oggi il Fano nel mirino coi fantasmi di sciopero e Covid

Nel pomeriggio la ripresa degli allenamenti dei grifoni in vista del debutto in campionato, ma non è ancora certo che si giochi così come non è certo che gli spalti del ‘Curi’ resteranno ancora vuoti…

Si riparte. Oggi pomeriggio i grifoni si ritroveranno a Pian di Massiano per ricominciare la preparazione e indirizzarla sulla prima sfida del nuovo campionato, in programma domenica (ore 17,30) allo stadio Curi contro l’Alma Juventus Fano. Un impegno che il Perugia affronterà con un organico rinnovato ma ancora in divenire, tra cessioni, conferme e arrivi, unna squadra di sicuro incompleta ma sicuramente già competitiva, nell’attesa che l’ultima settimana del mercato – notoriamente quella in cui si intensificano le operazioni e arrivano i botti più importanti – regali a Caserta tutte le pedine che ancora mancano, almeno 6-7, nel gruppo dei 22.

Ancora presto per parlare di formazione, anche perchè a settimana in corso il mercato potrebbe regalare sorprese. Ma le sorprese potrebbero arrivare anche da altri fronti. Ad esempio da quello del paventato sciopero dei calciatori, con l’Aic in agitazione a causa della nuova norma delle rose di 22 uomini e che vedrebbe aderire la stragrande maggioranza dei club. Come dire che la possibilità che la prima giornata della C slitti di una settimana è concreta, anche se il presidente di Lega Pro Ghirelli ha già annunciato penalizzazioni in arrivo per tutte le squadre che non scenderanno in campo.

Insieme all’incertezza dello sciopero, c’è anche quella della possibile riapertura degli stadi, che potrebbe coinvolgere anche il ‘Curi’. Lo stesso Ghirelli ieri ha ammesso l’esistenza della possibilità che anche gli stadi di C già domenica ospitino fino a mille spettatori come quelli di A, ma le società restano in attesa di comunicazioni, nonchè di un indirizzo e di istruzioni certe sulle modalità di ingresso e sulle misure di sicurezza per il Covid 19.

 

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Ma non giocano domenica ,e stata rimandata…meglio

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Società fantasma.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

I fantasmi s’ho i giocatori

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Il fantasma formaggino

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

forse con il fantasma di avere a disposizione 16 giocatori di cui 2 che hanno ripreso gli allenamenti da 3 giorni

Advertisement

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Un'allenatore che allenando una provinciale rimane imbattuto dice gia'tutto. Vogliamo parlare dell'uomo dal punto di vista umano? Beh all'epoca del..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Io non da perugino primo anno di università,in quella domenica fredda e piovosa al gol di cecca mi innamorai del grifo...."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Ragazzi, con tutto il rispetto per voi ma... Il Gale è Pescara. Pescara è il Gale. Gale e Profeta, sostantivi coniati da noi.... In bocca al lupo..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "15 anni le prime sigarette in curva nord.. Tu segnavi in serie c... Sotto militare facevi vincere i gobbi la champions... Poi torni e per poco non ci..."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ternano di nascita ma da sempre fervido sostenitore di qualsiasi società sportiva o sportivo umbro in grado di portare il nome della nostra regione..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da News