Resta in contatto

News

L’addio a Paolo Rossi, la moglie: ‘Lo avete riportato a casa. Orgogliosa di essere perugina’

La cerimonia per Pablito al ‘Curi’, il toccante racconto di Federica Cappelletti: ‘I monumenti illuminati mi hanno fatto piangere. Volevo sentire ancora questo amore, in questi anni ha sempre seguito il Grifo, per me è una sorta di liberazione’

Questo il ricordo di Paolo Rossi fatto dalla moglie Federica Cappelletti durante la cerimonia di addio al grande campione che militò anche nel Perugia questa mattina all’interno dello stadio ‘Curi’.

Ero a Vicenza per il funerale di Paolo quando ho visto che sono stati illuminati i più importanti monumenti della città e mi sono messa a piangere. Per me si tratta di un autentico ricongiungimento tra Paolo e la città di Perugia e la celebrazione di oggi, così toccante, mi rende orgogliosa. Grazie a Perugia con tutto il mio cuore, al Sindaco, al Comune, a Santopadre, ai tifosi. Volevo sentire ancora questo amore, questo grande affetto. So bene che Paolo ha spostato le montagne ma quanto sta accadendo non me lo sarei davvero immaginato e vi assicuro che mi aiuta ad essere forte per non crollare. Ho sempre avuto la sensazione che ci fosse qualcosa che non permetteva a questo sentimento di essere totale a causa delle vicende di allora, ma oggi questa piccola barriera è crollata. Il furto? Un dolore sul dolore del quale preferisco non parlare. In questi anni Paolo è tornato a Perugia per me ma anche perché aveva nel cuore Perugia e aveva voglia di sentirsi amato anche dai perugini, di rivivere quanto di bello aveva vissuto nel 1979. Quest’ultimo saluto è stato qualcosa di straordinario e mi ha reso felice, è stato una sorta di liberazione. Vi assicuro che in tutti questi anni Paolo ha sempre seguito e amato il Perugia e io oggi mi sento ancora più orgogliosa di essere perugina’

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "certo.... ma il cav. Ghini neanche ha saputo comprare le partite.... ricordi il 1986?"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Grande personalità, maestro di vita, semplicità da vendere .unico"

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Gaucci per carità dio lo riposo in pace e abbia pietà di lui e stato la rovina il fallimento del nostro Perugia con le sue mattane ci a portato al..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Non fosse stato per quel decerebrato di Gaucci il Perugia sarebbe arrivato fra le prime 10 di A! Purtroppo aveva troppa voglia di togliersi dai piedi..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da News