Calcio Grifo
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Grifo, addio 2020 – I momenti chiave (video)

Dal ritorno di Cosmi alla stagione della ripartenza. Abbiamo scelto 5 momenti iconici dell’anno appena concluso e ne abbiamo realizzato una collection tramite gli scatti del nostro fotografo Roberto Settonce

Dal ritorno di Cosmi alla vittoria con il Padova, passando per la seconda parentesi di Oddo, la retrocessione e l’inizio dell’era targata Giannitti-Comotto-Caserta. Sembra passata un’eternità, ma in realtà è tutto concentrato in un solo anno. Il 2020 purtroppo per i tifosi biancorossi sarà un anno che non si potrà dimenticare, ma il 2021 può essere veramente l’anno della rinascita del Grifo. Ecco in ordine cronologico i 5 momenti chiave del 2020:

1) Il ritorno di Cosmi

Dopo oltre 15 anni, Serse Cosmi torna ad allenare il Perugia. Grande calore al suo arrivo tra i tifosi. Al primo allenamento a porte aperte sono in 300 ad assistere all’antistadio, all’amichevole contro la Primavera addirittura 500 persone al “greppo”. La prima partita ufficiale è a Napoli in Coppa Italia contro Gattuso, altro ex biancorosso. Purtroppo il ritorno in patria dell’uomo del fiume non sarà come tutti avevano sognato: solo 15 punti in 16 partite.

2) L’Oddo-bis

La situazione in casa biancorossa sembra precipitare. Viene esonerato Cosmi e richiamato Oddo per cercare di salvare la stagione. La permanenza in B passa per le partite contro Virtus Entella, Trapani e Venezia. I grifoni vincono la prima, ma perdendo le altre due sono condannati a disputare i playout.

3)  La retrocessione

L’avversario ai playout è il Pescara. Gli abruzzesi vincono l’andata in casa per 2-1. I Grifoni riescono a rimontare al “Curi” nel match di ritorno e si va ai rigori, con Iemmello e Buonaiuto che sbagliano dal dischetto. Il Delfino fa festa, per il Grifo è un dramma sportivo: dopo sei anni torna in Serie C.

4)  L’inizio di una nuova era

Dopo otto anni termina l’era targata Goretti-Pizzimenti. I nuovi volti del Perugia sono Caserta come allenatore, Giannitti come ds e Comotto come dg.

5)  La vittoria più bella

Un vero e proprio segnale al campionato. L’undici novembre la corazzata del Padova viene a giocare al “Curi”. Il Grifo neutralizza ogni offensiva dei veneti e si impone per 3-0. Quella è una delle undici partite consecutive senza sconfitta. Il Perugia alla fine dell’anno arriva a tre distanze dalla vetta, il 2021 si riaccende di speranza.

 

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il match-winner: "Il tecnico mi ha detto che avrei spaccato la partita da subentrato segnando....
Risultati della 29esima giornata e situazione di classifica alla vigilia di altre due gare ravvicinate...
Il tecnico: "Il piano-gara era preparato anche per tentare di spuntarla nel finale, sapevamo che...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...