Resta in contatto

Calciomercato

Grifo, doppio assalto al bomber

La rivelazione dei quotidiani locali: aperte le trattative con Carpi e Verona rispettivamente per Biasci e Vano, appuntamento con i giocatori. L’obiettivo è arrivare a prenderne subito almeno uno. Ecco le strategie

Il Perugia è andato all’assalto. Stando alle edizioni odierne dei quotidiani Il Corriere dell’Umbria, Il Messaggero e La Nazione, il direttore sportivo Marco Giannitti avrebbe già cominciato a fare sul serio per anticipare una folta concorrenza, lanciando l’assalto contemporaneo ai due obiettivi principali per l’attacco: Tommaso Biasci (26) del Carpi e Michele Vano (29) del Verona ma in prestito a Mantova, dove è stato messo in uscita dopo sei mesi difficili.

Le trattative con Carpi e Verona sono già in atto: per avere il cartellino di Biasci, attaccante tecnico e veloce conteso anche dalla Reggiana, il Perugia potrebbe mettere sul piatto soldi e giocatori, con il Verona si punterebbe invece al prestito di Vano, gigante dell’area di rigore sulle cui tracce ci sarebbero anche Palermo, Bari e SudTirol, contando su rapporti molto importanti in auge sin dall’affare-Di Carmine. Con i due giocatori, per valutare se domanda ed offerta possono collimare, l’appuntamento sarebbe invece per la settimana entrante.

Nell’immediato c’è un solo ‘slot’ libero nella lista over e dunque per ora solo uno dei due potrà arrivare, a meno di cessione di uno degli elementi in uscita (per ora Cancelloti, Moscati, Falzerano, Konate, Lunghi e Tozzuolo). Il Perugia potrebbe prendere un attaccante ma anche riformare la coppia che un anno fa fece faville a Carpi (22 reti in due) magari in un ‘super-tridente’ con Melchiorri. Tutte le opzioni sono aperte e l’impressione è che molto potrebbe dipendere anche da come andranno le partite di campionato in programma a gennaio, proprio durante il mercato.

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Federico
Federico
16 giorni fa

Maca che significa bulo

Daniele Vinciarelli
Daniele Vinciarelli
16 giorni fa

Stiamo calmi con la smania di comprare soltanto attaccanti. Con Di Carmine e Cerri che fecero 40 gol in due cari tifosi siamo rimasti in serie B. Serve una punta è vero. Ma il cervello delle squadre è il centrocampo. È quello che ti fa vincere i campionati. Per ne servono come il pane due mezzali forti.

Marco
Marco
15 giorni fa

Concordo pienamente.

Roberto
Roberto
16 giorni fa

Venga chi venga l importante siano attaccanti validi e che sappiano buttarla dentro non conta il nome di prestigio conta solo siano giocatori si impegnino sempre al massimo e inquadrano la porta

Federico
Federico
17 giorni fa

Presidente regalaci due bomber di spessore Aristoteles della longobarda e Margheritoni della marchigiana Co sti due è serie b sicura

maca muta
maca muta
16 giorni fa
Reply to  Federico

Encolpo quanto sè bulo!

Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "certo.... ma il cav. Ghini neanche ha saputo comprare le partite.... ricordi il 1986?"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Grande personalità, maestro di vita, semplicità da vendere .unico"

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Gaucci per carità dio lo riposo in pace e abbia pietà di lui e stato la rovina il fallimento del nostro Perugia con le sue mattane ci a portato al..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Non fosse stato per quel decerebrato di Gaucci il Perugia sarebbe arrivato fra le prime 10 di A! Purtroppo aveva troppa voglia di togliersi dai piedi..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da Calciomercato