Resta in contatto

News

Grifo, rivelazione shock di Dorigo: “Truccavamo le partite nel campionato dello spareggio”

L’ex difensore del Torino ha dichiarato al Guardian : “Quando mancavano sette o otto sfide, ne abbiamo giocata una per il pareggio. Sbagliavamo occasioni apposta, ero l’unico contrario”. Nel 1997-1998 il Perugia ottenne la promozione a Reggio Emilia contro i granata

Nel 1997-1998 il Grifo tornò in Serie A. La terza parentesi da allenatore biancorosso di Ilario Castagner, che subentrò ad Attilio Perotti nel finale di stagione, e le condizioni ritrovate di Milan Rapajc permisero di agganciare il Torino in classifica con un’incredibile rimonta che portò allo spareggio di Reggio Emilia. Fin qua, una storia già nota. Buonissimo il ruolino di marcia del Grifo che riuscì ad agganciare il Toro al termine di una strepitosa rimonta in cui ruolo cruciale ebbe lo scontro diretto al Curi del 7 giugno.

A raccontare una nuova parte della storia di quel campionato è Tony Dorigo al Guardian. “Abbiamo truccato una partita – è stata la confessione del difensore granata che colpì il palo nel rigore decisivo a Reggio Emilia prima della decisiva trasformazione di Sandro Tovalieriabbiamo giocato per il pareggio”. L’ex calciatore inglese ha rivelato: “Mancavano sette o otto partite da disputare. Un venerdì i proprietari sono entrati negli spogliatoi per dirci che avremmo pareggiato e chiederci di accettarlo. Ero l’unico che si era opposto, ma tutti iniziavano a ridacchiare. Ero disgustato, contro una squadra che era a metà classifica e non aveva nulla per cui giocare. Passavo io per quello sciocco. Sbagliavamo occasioni apposta in modo ridicolo e i tifosi come se avessero capito iniziarono a fischiare. I giocatori hanno iniziato a fermarsi: qualcuno aveva il raffreddore, la madre di qualcuno è morta e poi resuscitata”. Dovesse essere confermata la versione appena riportata di Dorigo, quel pareggio deciso “a tavolino” a sei/sette partite dalla fine si sarebbe dimostrato fatale per il Torino e salvifico per la rincorsa del Perugia.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Jack
Jack
1 mese fa

Più di 20anni per confessare? Mo sta a vedere che qualche giudice, senza lavoro in tempo di covid,apre qualche fascicolo….giusto per rompere un po le palle.

sentinella
sentinella
1 mese fa
Reply to  Jack

appunto: dopo più di 20 anni è tutto prescritto. nessun giudice aprirà un bel niente

RIKY
RIKY
1 mese fa

Proprio perchè gli hanno detto, rassicurandolo, che per la prescrizione le sue parole restano lettera morta si è messo a cantare “a costo zero”. Ci aviè raggió Petrini.

Francesco
Francesco
1 mese fa

Dove girano i soldi non può vincere il più bravo..ma chi ha pagato di più.. è sempre stato e sempre sarà così! Chi vince guadagna con le promozioni…ma sempre meno di chi guadagna per perdere..

Adriano
Adriano
1 mese fa

Sai che novità, come tutte qule di serie B da molti anni ad oggi!!!!! VERGOGNA

Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Mah, ancora col sistema, secondo me s'è fatto fuori da solo, si è voluto fare fuori...."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Caro amico ci a portato ci vuole H. Saluti."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Con Galeone il calcio era uno spettacolo. Si poteva vincere o perdere ma il gioco era divertente senza troppi tecnicismi. Un po' come il calcio di..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Grande personalità, maestro di vita, semplicità da vendere .unico"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da News