Resta in contatto

News

Grifo, antenne dritte sulla riforma della B: può essere anticipata

L’anticipazione de La Gazzetta dello Sport: già dalla prossima stagione si potrebbe aprire una ‘porta di servizio’ sulla cadetteria per i club di Serie C meglio classificati tra quelli che avranno trovato chiuso l’ingresso principale

L’ipotesi della Serie B a 40 squadre non è una novità. La novità è che il Calcio sta stringendo i tempi per effettuarla e non è affatto da escludere che possa essere attuata già per l’inizio della prossima stagione. Ad anticiparlo è stata La Gazzetta dello Sport nell’edizione del 19 febbraio,. unitamente ad una intervista al presidente federale Gabriele Gravina.

Che non ha solo parlato di B a 40 squadre, ma ha anche ipotizzato una divisione ‘verticale’ in due gironi, una sorta di Serie B1 e B2 da 20 squadre ciascuna. «Penso ad una riforma della Serie B da un punto di vista qualitativo, non quantitativo, che riguardi tutto il sistema. Bisogna ritracciare il profilo dell’area professionistica e di quella dilettantistica, altrimenti si surriscalda troppo il sistema», ha detto il numero uno del nostro calcio.

«Ci sono turnover troppo alti, e in Serie B il 40% delle squadre cambia ogni stagione. Una retrocessa dalla A alla B non ce la fa, non basta il paracadute. E allora si deve agire sulla redistribuzione delle risorse e della flessibilità degli emolumenti: la soluzione potrebbe essere quella di due gironi di B, in verticale, non orizzontale», ha concluso. L’ipotesi è tale, nel senso che la riforma dovrà passare al vaglio e al voto dei club ed è tutto da dimostrare che si riesca a realizzarla in tempi così brevi. Ma è chiaro che una soluzione di questo tipo interesserebbe i club di Serie C che chiuderanno il corrente campionato senza averlo vinto ma nella migliore posizione possibile. Il Perugia ad esempio punta dritto alla B passando dalla porta principale. Mentre intanto il presidente Massimiliano Santopadre si sarebbe candidato al Consiglio Federale per la Lega Pro proprio con l’intenzione di votare a favore della riforma. Hai visto mai…

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da News