Resta in contatto

News

Grifo: a Fermo la mancina ancora a Di Noia, tornano Rosi e Falzerano

Attesa per l’esito degli esami su Favalli. Caserta aspetta prima di scegliere i grifoni che meglio avranno recuperato dal punto di vista atletico

Per il Perugia un’altra finale senza appello e anche senza tempo di rifiatare o preparare più di tanto la partita. Stando a quanto riportano i quotidiani locali, Il Messaggero e La Nazione in edicola, come a Imola, dove era in panchina per onore di firma, anche in casa della Fermana non ci sarà Favalli, per il quale si attende l’esito dell’ecografia effettuata domenica per stabilire l’entità del problema muscolare. E con Crialese in recupero (al suo attivo appena un paio di allenamenti, rifinitura compresa) a sinistra toccherà ancora a Di Noia.

A destra in difesa Caserta stavolta potrebbe optare per il ritorno di Rosi in alternativa a Cancellotti, mentre a centrocampo Burrai (risparmiato nell’ultima mezzora a Imola) se la gioca con Moscati in cabina di regia, con Kouan (in gare del genere insostituibile) e uno tra Sounas e Vanbaleghem ai fianchi. Concorrenza davanti, dove dal 1’ dovrebbe tornare Falzerano, probabilmente con Elia e Murano oppure Melchiorri. Chi al termine della rifinitura avrà dimostrato a Caserta di avere meglio recuperato, sarà con ogni probabilità chiamato a scendere in campo dall’inizio, senza dimenticare quanto determinante potrebbe essere chi subentrerà a gara in corso.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da News