Resta in contatto

Grifoni In Rete

Grifo, Rosi supera il momento di difficoltà: “Ho ancora tanto da dare per questa maglia”

Il terzino biancorosso è tornato titolare a Verona e ha segnato la sua seconda rete con il Perugia. Su Instagram: “Non mi tirerò mai indietro. Ora quattro battaglie”

“Sono contento per Rosi che ha sempre lavorato in silenzio”. Così, Fabio Caserta dopo Verona ha commentato la situazione del terzino biancorosso. L’ex capitano contro la Virtus Verona è tornato in campo dopo un mese dall’infortunio che lo ha costretto a dare forfait contro la Samb. Non solo, Aleandro Rosi ha segnato la prima rete della sua carriera in un campionato con il Grifo. Prima aveva realizzato un solo gol da grifone (contro l’Ascoli in Coppa Italia) e non segnava nella regular season dal 23 ottobre 2016, in Serie A con il Crotone contro il Napoli.

Il difensore è tornato quindi ad essere una valida freccia dell’arco di Caserta, dopo essere stato fuori anche per motivi disciplinari, e sarà una carta per il rush finale. Dopo il sabato dei ritorni (in campo e al gol), domenica ha pubblicato un post con cui ha rotto il silenzio degli ultimi mesi: “Non mi tirerò mai indietro da una sfida. Non fuggirò mai dalle difficoltà”. Il carosello condiviso continua con una nuova dichiarazione d’amore al Grifo: “Ho dato tanto per questa maglia e tanto ancora ho da dare. Con errori e difetti cerco sempre di dare il meglio spingendomi oltre”. La chiusura è un vera dichiarazione d’intenti, un segnale al campionato da parte di un Perugia che ci proverà fino a quando la matematica non scriverà la parola game over: “Ora ci mancano quattro battaglie. Tutto può succedere”.

 

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da Grifoni In Rete