Resta in contatto

News

Grifo, la Primavera rimonta a Teramo: allungo in vetta (2-1)

Gli abruzzesi in vantaggio con Cvetkovs su rigore. Per i biancorossi gol di Fabri e Rigen. Nel recupero espulso Di Feo

Il Grifo vince a Teramo e consolida il primato. Accade tutto nella seconda frazione, quello che conta è che i grifoni evitano di subire il sorpasso rimontando una partita dominata per lunghi tratti e si portano in classifica a quattro punti sopra gli abruzzesi.

Al “Bonolis” i grifoncelli creano numerose palle gol nell’arco di tutti i 90′ contro un avversario che risente delle diverse assenze. A sbloccare il risultato sono i padroni di casa. Passano solo 2′ dall’inizio della seconda frazione ed Esposito di Pescara vede un fallo di mano di Darini in area biancorossa e indica il dischetto. Cvetkovs dagli undici metri spiazza Baietti e porta in vantaggio il Teramo. La risposta del Perugia non si fa attendere: dopo neanche 15′ Fabri beffa Di Feo sul proprio palo con una conclusione che impatta il legno prima di terminare in rete e segna il gol che vale il pareggio. Al 65′ Rigen scarica una bordata da fuori area e realizza il gol vittoria. Nel recupero Di Feo in uscita stende fallosamente Russo. Il portiere di casa perde poi la testa ed arriva al duro faccia a faccia con l’arbitro che estrae il cartellino rosso. A chiudere la sfida tra i pali è quindi il difensore Tirabassi.

Il Perugia grazie alla vittoria allunga in vetta trovando in un match delicato i tre punti che possono valere il campionato. I ragazzi del tecnico Formisano dopo tredici giornate hanno collezionato nove vittorie, un pareggio e una sola sconfitta (già effettuati i due turni di riposo) collezionando ventotto reti all’attivo e solo sette subite. A cinque turni dalla fine del torneo hanno quattro punti di vantaggio sul Teramo e sette sulla Ternana, entrambe le inseguitrici devono ancora riposare una giornata.

TERAMO-PERUGIA 1-2

Teramo: Di Feo, Petrucci (70′ Maffione), Scipioni, Di Nisio, Tirabassi, Furlan, Ferroni (56′ Corsini), Galassi, Cvetkovs (56′ Coia), Liberati (80′ Lombardi), Ambanelli. A disp.: Petricca, Angelini, Sciarretta, Carrozzino, Susi, Fall, Surricchio, Maffione, Lombardi, Coia, D’Ambrosio, Corsini. All. Stella

Perugia: Baietti, Angori, De Marco (83′ Russo), Rigen, Menci, Darini, D’Angelo (76′ Barontini), Fabbri (66′ Moccia), Morina (76′ Ferraro), Mancino, Maisto (83′ Pellegrini). A disp.: Moro, Pellegrini, Moccia, Barontini, Larosa, Del Prete, Russo, Ferraro, Diuoum, Galeotti, Barontini. All. Formisano

Marcatori: 47′ rig. Cvetkovs (T), 59′ Fabbri (P), 65′ Rigen (P)

Arbitro: Sig. Esposito di Pescara

Ammoniti: Cvtekovs (T), Fabbri (P), Maisto (P)

Espulso: 92′ Di Feo (T)

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da News