Resta in contatto

Approfondimenti

Grifo, il pagellone di fine anno: Falzerano, fantasia al potere

L’approfondimento sulla stagione dei biancorossi: il funambolo biancorosso ha mostrato una buona capacità di gioco fra le linee e ha superato i problemi comportamentali

L’immagine iconica della stagione di Falzerano non è una positiva, ma ha un forte significato simbolico. E’ la sua sostituzione per infortunio nel match dell’Euganeo. In quel momento si è capita fino in fondo l’importanza che ha avuto l’attaccante per Caserta, il quale nelle settimane successive non ha evitato di sottolineare più volte.

Dal carattere alla grinta

Non è facile accettare di disputare la Serie C dopo una retrocessione come quella della scorsa stagione. E’ stato tremendo per la piazza, non è stato bello per i calciatori. Falzerano rientra nella categoria di chi è rimasto per cancellare quella brutta pagina della storia biancorossa ed è riuscito nell’impresa. Inizialmente il suo carattere gli ha portato problemi tanto da essere stato messo anche fuori rosa in occasione della partita contro il Modena, dopo un buon inizio. Il trequartista ha lavorato duramente e ha mostrato a Caserta la grinta che il tecnico cercava per fidarsi di lui.

L’arma della fantasia

Da Modena al Modena. Nella partita di ritorno al Curi, le rapide combinazione del trio offensivo Elia-Melchiorri-Falzerano contro una delle difese meno battute d’Europa è stata uno spettacolo per gli amanti del calcio. Il trequartista ha mostrato, così come Minesso, una grande capacità di giocare tra le linee portando quell’abilità nel giocare nello stretto che in pochi grifoni avevano. Tre i gol in quattro partite consecutive (FeralpiSalò, Mantova e Arezzo) in una stagione senza grandi numeri.

VOTO: 7

 

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Grifone Fontivegge
Grifone Fontivegge
1 mese fa

Freghi tocca esse obiettivi. Anche lui decisivo per la promozione, in particolare a gennaio / febbraio era in una condizione super

sentinella
sentinella
1 mese fa

aspettavo proprio questa pagella: 7 a falzerano, piantagrane seriale che ha fatto 3 gol e 1 assist in 30 presenze, giocando da trequartista 6,5 a Burrai, che non ha mai fiatato quando gli sono stati preferiti i suoi compagni (che NON hanno fatto meglio di lui a causa dei loro evidenti limiti tecnici) e che è stato più decisivo di falzerano con 3 gol e 2 assist in 27 presenze, nonostante i problemi fisici a causa dei quali è stato pure operato e nonostante il ruolo molto più arretrato del compagno. allora vale tutto: aspetto il voto di Vano con… Leggi il resto »

Grifone Fontivegge
Grifone Fontivegge
1 mese fa
Reply to  sentinella

Si ma leggiti le interviste di Burrai che si vede già allenatore … Come calciatore non so quanto voglia spingere ancora

Advertisement

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Mi ricordo ancora le risatine della gente incredula quando presentò la squadra per il primo campionato di C , annunciò che sarebbe andato in serie A..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Caro amico ci a portato ci vuole H. Saluti."
Advertisement

Altro da Approfondimenti