Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Tris di vittorie: il Grifo sbanca anche il San Vito (2-1)

I gol di Matos e D’urso regalano i tre punti ai biancorossi. Nel finale il Cosenza accorcia le distanze e crede nel pareggio

Il Perugia cala il tris di vittorie consecutive come non accadeva da marzo 2018. Lo fa al San Vito-Gigi Marulla, dove in B non vinceva dal ’47-48, contro un Cosenza che era alla ricerca di punti d’oro per la salvezza. Alvini rivoluziona il suo Grifo dopo la bella vittoria contro il Frosinone. Otto giocatori diversi negli undici iniziali con solo De Luca, capitan Angella e Chichizola confermati. Debutto da titolare per Beghetto che dà il via alla rete dell’1-o targata Matos e per D’Urso che di tacco segna il gol che vale i tre punti.

Si vedono due partite diverse in Calabria. Nel primo tempo i grifoni dominano tenendo il pallino del gioco e concedendo qualche spazio solo a Laura chiuso due volte da un attento Chichizola. De Luca ha l’occasione di entrare in doppia cifra ma trova la pronta parata di Matosevic sul suo colpo di testa. Il bolzanino si deve accontentare di indossare i panni di assist-man e prolunga la trivela di Beghetto per Matos che passa in mezzo a Camporese e Hristov e sblocca il risultato. Nella ripresa Occhiuzzi effettua cinque cambi nei primi venti minuti e gli effetti si vedono. I Lupi sono più pericolosi e i biancorossi soffrono un po’. Il gol del 2-0 è firmato D’Urso: grave errore di Iotti che si addormenta difendendo con il corpo il pallone che rimane fermo sulla linea di fondo e se lo fa soffiare da Falzerano che lo serve all’ex Cittadella. Il Cosenza accorcia le distanze con Camporese dimenticato in area da Angella che sugli sviluppi di un corner termina contro Chichizola. Nel finale ci sono occasioni da entrambe le parti per arrotondare il vantaggio o per pareggiare, ma termina 2-1. E’ gioia per il Perugia che esulta di gusto e si gode la vittoria davanti a 49 tifosi arrivati dall’Umbria nonostante la lunga trasferta in un giorno lavorativo. I  grifoni arriveranno ancora più carichi e determinati allo scontro di sabato con la Cremonese che dopo la vittoria con il Parma vivrà una notte da capolista.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 del Grifo di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "Era una grandissima squadra, che incantava con il suo modo di giocare!! RIP carissimo Ilario!!da Atene Grecia!"

Arriva la settimana degli acquisti: cosa serve al Perugia?

Ultimo commento: "Che dire si alternano prestazioni positive ad altre negative.comunque una squadra che perde con un uomo in più per tanto tempo mi..."

Grifo, il Pagellone di fine anno: che voto a Lisi?

Ultimo commento: "Hai ragione conta piu'quello"

SONDAGGIO: Gong sul mercato di gennaio. Che voto al Perugia?

Ultimo commento: "Cari amici leccesi uno scarso nel vostro attacco si vede troppo ma nel nostro neanche si nota"
Advertisement

I Miti biancorossi

Il 'Tigre' di Perugia

Antonio Ceccarini

Il bomber perugino campione d'Europa

Fabrizio Ravanelli

Il 'Condor' biancorosso

Franco Vannini

Il profeta di Perugia

Giovanni Galeone

Lo storico allenatore biancorosso

Guido Mazzetti

Il principe del Sol Levante

Hidetoshi Nakata

L'allenatore del Perugia dei 'miracoli'

Ilario Castagner

Il Lord capitano del Perugia dei miracoli

Pierluigi Frosio

L'uomo-simbolo del Perugia

Renato Curi

L'uomo che apparteneva al fiume

Serse Cosmi

Altro da News