Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Perugia-Spal 1-1: diventano 10 i punti “mangiati” dalla Zona Cesarini

Il successo buttato contro la Spal arricchisce il termometro dei rimpianti della squadra di Alvini nel girone di ritorno. E domenica, contro il Como, sono a rischio 8 grifoni. “Per questo la vittoria sarebbe stato un capolavoro”

La Zona Cesarini dà e la Zona Cesarini toglie. Al Grifo ha soprattutto tolto in questo girone di ritorno. Nemmeno il tempo di godersi a pieno la perla di Burrai nel recupero della trasferta di Reggio Calabria che il Perugia ha avuto una ricaduta. E costa cara in termini di rincorsa play off. Almeno due punti, oltre ai risvolti psicologici.

Contro la Spal la squadra di Alvini ha incassato il gol del pareggio di Latte Lath al 94’: è la sesta rete subita negli ultimi 10 minuti più recupero che, in 5 gare, fanno salire il “termometro dei rimpianti” alla quota significativa di 10 punti.

I finali di partita nel girone di ritorno hanno “dimagrito” la classifica del Perugia che ora conta 46 punti, due in meno dell’ottavo posto del Frosinone che vale momentaneamente i play off. Il bilancio: due i punti persi a Monza per il gol del 2-2 di Ciurria nel recupero, uno per il ko interno con il Pordenone firmato da Cambiaghi al novantesimo, tre a Brescia per il ribaltone subito nel finale da Bianchi e Palacio dopo il vantaggio di De Luca, altri due per il rigore del pareggio allo scadere segnato da Coda contro il Lecce e, appunto, gli altri due con la Spal.

Le mosse dalla panchina quasi mai si sono rivelate determinanti nel “congelare” il match con il Grifo in vantaggio e, alla tappa di domenica prossima contro il Como, ancora al Curi, Alvini rischia di arrivarci senza tantissimi elementi. Zaccagno, Carretta, Zanandrea e Lisi si sono fermati a poche ore dalla gara con la Spal mentre Angella, Ferrarini e Dell’Orco si sono arresi durante la sfida. A questi si aggiunge l’infortunato di lungo corso Rosi. “Stiamo affrontando un’enormità di problemi – ha detto Alvini dopo il pari di mercoledì sera – e aver buttato via una vittoria dopo una prestazione così mi lascia una rabbia pazzesca. Sarebbe stato un capolavoro, ma è stato vanificato perché ci siamo specchiati troppo”.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Arriva la settimana degli acquisti: cosa serve al Perugia?

Ultimo commento: "Vedo che la squadra di sta riprendendo.ora giocano con più grinta.se continua così il Perugia si salva."

Grifo, il Pagellone di fine anno: che voto a Lisi?

Ultimo commento: "Hai ragione conta piu'quello"

SONDAGGIO: Gong sul mercato di gennaio. Che voto al Perugia?

Ultimo commento: "Cari amici leccesi uno scarso nel vostro attacco si vede troppo ma nel nostro neanche si nota"

Pallone d’Oro biancorosso 2021: il vincitore è Salvatore Burrai

Ultimo commento: "Quindi Burrai è risultato più decisivo di Angella tra l'anno scorso e questo girone di andata. Complimenti"
Advertisement

I Miti biancorossi

Il 'Tigre' di Perugia

Antonio Ceccarini

Il bomber perugino campione d'Europa

Fabrizio Ravanelli

Il 'Condor' biancorosso

Franco Vannini

Il profeta di Perugia

Giovanni Galeone

Lo storico allenatore biancorosso

Guido Mazzetti

Il principe del Sol Levante

Hidetoshi Nakata

L'allenatore del Perugia dei 'miracoli'

Ilario Castagner

Il Lord capitano del Perugia dei miracoli

Pierluigi Frosio

L'uomo-simbolo del Perugia

Renato Curi

L'uomo che apparteneva al fiume

Serse Cosmi

Altro da News