Calcio Grifo
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Forneau, uno schiaffo in faccia alla piazza di Perugia

Da Il Messaggero: designazione inqualificabile dopo i playoff di Brescia, alla partita di campionato successiva e dopo i nuovi torti subiti in Coppa a Cagliari. I tifosi la prendono come una sfida e viene da pensare che abbiano ragione…

Difficile non vedere nella designazione di Francesco Forneau di Roma 1 al Var in occasione della prima di campionato dei grifoni a Palermo una sfida alla città di Perugia e ai tifosi biancorossi. Lo scrive Il Messaggero nell’apertura dell’edizione odierna nella pagina dello Sport.

A distanza di poco meno di tre mesi da quel play-off di Brescia in cui da arbitro Forneau fischiò un fallo di confusione in occasione del gol di Santoro e compromise le velleità di serie A del Perugia con un errore incredibile, eccolo designato al Var per la prima del campionato successivo. Come se nulla fosse accaduto, ignorando l’indignazione, la rabbia, le proteste ancora fresche della società e soprattutto del popolo biancorosso, che ha dovuto ingoiare un boccone amarissimo e lo ha fatto nella maniera più composta e civile.

Stessa compostezza e identica civiltà adottate sei giorni fa, in occasione dell’eliminazione dalla Coppa Italia ad opera del Cagliari, più propriamente del signor Gualtieri di Asti che ha assegnato un rigore farsesco agli isolani dopo la trattenuta di Luvumbo su Vulikic, ribaltando le sorti di un’altra partita bene incanalata, ancora una volta con la complicità del Var che non è intervenuto.

Errori macroscopici riconosciuti anche a livello nazionale. Ma gli episodi sono sempre opinabili e il designatore, si dirà, va avanti per la sua strada. Ignorando però del tutto una tifoseria che ha visto la propria squadra uscire senza demerito dalle più importanti competizioni nazionali e oggi si prende quest’altro schiaffo in faccia. Sarebbe bastato poco: evitare almeno per qualche tempo di accostare certi protagonisti al Perugia, al di là di ogni torto o ragione. Ma a queste logiche (adottate per decenni) oggi i vertici arbitrali sono evidentemente indifferenti, dimostrando di non tenere nella minima considerazione una piazza provinciale sì, ma blasonata e storica a livello calcistico come quella di Perugia.

Non un buon viatico per la partita di sabato al ‘Barbera’ (ore 20,45).  Quando a fischiare in campo sarà invece l’arbitro Ayroldi di Molfetta e non consolano i due precedenti vittoriosi col Perugia, assistenti Perrotti di Campobasso e Laudato di Taranto, Quarto uomo Pirrotta di Barcellona Pozzo di Gotto, Avar Di Iorio di Vico, Var – purtroppo per il nostro calcio – Fourneau di Roma 1.

 

Subscribe
Notificami
guest

31 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Dai quotidiani locali - Il 3-5-2 e l'atteggiamento sparagnino dall'inizio non pagano, da ora in...
baldini formisano
Entrambi i tecnici hanno collezionato 18 panchine a testa: 1,6 punti di media per Baldini,...
Da Il Messaggero: invertite le tendenze iniziali, rendimento esterno e casalingo ora si equivalgono. Pesaro...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

Altre notizie