Resta in contatto

News

Grifo, ‘castorizzazione’ in corso

Dai quotidiani locali: statistiche eloquenti, Perugia sparagnino, pochissimo possesso-palla e tante conclusioni, anche se urge maggiore concretezza in vista del derby

Non si viene definiti ‘killer del tiki-taka’ per caso. Le statistiche sono già nitide e chiare e a riportarle è l’edizione odierna de Il Messaggero: già contro l’Ascoli il Perugia è stato più sparagnino che mai con il 32% di possesso palla contro il 67% dei bianconeri di Bucchi, ciononostante 14 tiri in porta contro 8 (6 contro 2 nello specchio), oltre a 17 falli commessi contro 14. Sono statistiche significative perché riguardano la prima partita giocata come vuole il tecnico e soprattutto ‘da squadra di Castori‘, ovvero lasciando spesso e volentieri l’iniziativa all’avversario per poi recuperare palla e ripartire in verticale con velocità e intensità.

Ma lo dimostrano anche le statistiche più generali: nelle prime 5 partite di campionato solo il SudTirol (39,4%) ha avuto un possesso palla inferiore a quello del Perugia (40%), che d’altro canto vanta un’alta percentuale di conclusioni: ben 98 di cui 69 nello specchio della porta avversaria, solo Cittadella (71) e Parma (74) hanno tirato di più. Il dato semmai da migliorare sarà soprattutto quello della percentuale realizzativa, che con appena 3 gol all’attivo vede i grifoni (3,1%) mestamente in fondo alla speciale classifica guidata dalla Reggina (11 gol in 74 tiri di cui 59 nello specchio con 11 reti già segnate). Strizzolo (2 gol e 3 presenze) e Casasola (2 assist su 2) sono gli attuali fiori all’occhiello della fase offensiva, ed è chiaro che davanti il Perugia avrà bisogno al più presto del contributo nella concretezza anche di altri protagonisti (Di Carmine e non solo).

E i prossimi avversari della Ternana, direte? A dispetto di quello che si può pensare la squadra dell’ex Lucarelli è sparagnina come il Perugia, ma realizza di più. Ebbene sì, perché la percentuale del possesso-palla (42,2%) è di poco superiore a quella del Perugia, mentre a differenza di quella dei grifoni la percentuale realizzativa dei rossoverdi è già di tutto rispetto: 7 gol realizzati tramite appena 54 conclusioni (13%) da parte di 5 diversi marcatori e secondo posto assoluto. Insomma, le indicazioni dalle statistiche sono evidenti: il Perugia nel derby dovrà contenere un avversario notevole insieme riuscire anche a migliorare la propria capacità offensiva se vorrà uscirne a testa alta.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Grifo, il Pagellone di fine anno: che voto a Lisi?

Ultimo commento: "scusate l intrusione ma non si puo sentire che lisi non e un giocatore io sono di pisa e vi posso garantire che da noi a fatto la differenza forse..."

Arriva la settimana degli acquisti: cosa serve al Perugia?

Ultimo commento: "Annoscorso la squadra mi dava affidamento soprattutto per in trasferta cosa che questAnno la vedi come una una squadretta da salvezzavsebza ambizione..."

SONDAGGIO: Gong sul mercato di gennaio. Che voto al Perugia?

Ultimo commento: "Cari amici leccesi uno scarso nel vostro attacco si vede troppo ma nel nostro neanche si nota"

Pallone d’Oro biancorosso 2021: il vincitore è Salvatore Burrai

Ultimo commento: "Quindi Burrai è risultato più decisivo di Angella tra l'anno scorso e questo girone di andata. Complimenti"
Advertisement

I Miti biancorossi

Il 'Tigre' di Perugia

Antonio Ceccarini

Il bomber perugino campione d'Europa

Fabrizio Ravanelli

Il 'Condor' biancorosso

Franco Vannini

Il profeta di Perugia

Giovanni Galeone

Lo storico allenatore biancorosso

Guido Mazzetti

Il principe del Sol Levante

Hidetoshi Nakata

L'allenatore del Perugia dei 'miracoli'

Ilario Castagner

Il Lord capitano del Perugia dei miracoli

Pierluigi Frosio

L'uomo-simbolo del Perugia

Renato Curi

L'uomo che apparteneva al fiume

Serse Cosmi

Altro da News