Resta in contatto

News

Perugia-Venezia. Rubinacci: “Vittoria della passione”

Il tecnico del Perugia, in panchina per la squalifica di Nesta, commenta in sala stampa il successo sul Venezia. “Grazie al presidente e alla Curva Nord”.

Sarebbe superficiale parlare di sistemi di gioco, è stata una settimana molto bella e così – ha detto il vice allenatore del Perugia in sala stampa – è nata questa bellissima partita. Il presidente è stato molto vicino a noi, c’è stato un comunicato della curva e queste cose stanno facendo diventare il gruppo una squadra. Il 4-3-1-2 o 4-3-3 non ha importanza, nel calcio conta la passione. Non siamo riusciti a chiuderla ma l’abbiamo portata a casa”. Mustacchio “è stata un’intuizione del mister (Nesta, ndr), un’idea nata in settimana per sfruttare le sue caratteristiche naturali contro un 3-5-2. Sfruttare la sua gamba negli spazi che lasciava il Venezia“. Il prossimo passo “è migliorare in tante cose, stimo conoscendo le caratteristiche dei giocatori e dobbiamo portare un gruppo di ragazzi giovani ma speciali a diventare una squadra. Arrivare ad uno spirito e un linguaggio comune. Abbiamo un’altra settimana per migliorare, la base è la passione che Perugia deve sempre avere perché la città vuole questo”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] altissimo. Per linguaggio e temi trattati, la sua conferenza stampa è stata quasi poetica. Prima ha magnificato il concetto di unione e di gruppo, fingendo di sottovalutare il lavoro settimanale fatto dallo staff tecnico per cambiare pelle alla […]

Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da News