Resta in contatto

News

Il perugino Gyomber e quel party galeotto in nazionale

Il ct della Slovacchia Jan Kozak si è dimesso dopo la sconfitta contro ka Repubblica Ceca. Ma dietro la sua scelta non ci sarebbero solo ragioni sportive.

L’ormai ex tecnico della Slovacchia ha spiegato in conferenza stampa le ragioni del suo addio: più della bruciante sconfitta contro i rivali della Repubblica Ceca, sulla decisione di Kozak avrebbe influito il comportamento di sette dei suoi giocatori, rei di aver tenuto un comportamento poco professionale dopo il k.o. casalingo di sabato sera. E fra questi ci sarebbe pure il perugino Norbert Gyömbér.

La sera stessa ho rivisto due volte il video della partita, poi ho scoperto che sette giocatori avevano lasciato il ritiro per poi rientrare a tarda notte – racconta il tecnico – questo episodio mi ha fatto davvero male, come uno schiaffo in piena faccia. Avrei potuto far finta di niente, ma non sarebbe stato nel mio stile. Oppure avrei potuto cacciare i sette giocatori dalla nazionale, ma onestamente non me la sarei sentita di pregiudicare il futuro della Slovacchia, allora ho preso la decisione di dimettermi: ho chiamato il presidente, ma non gli ho spiegato il motivo perché questi ragazzi sono come figli per lui e non volevo dargli un ulteriore dispiacere“.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] la Federazione calcio slovacco ha deciso di multare i 7 giocatori della nazionale che hanno passato la notte in discoteca dopo la sconfitta del 13 ottobre contro la Repubblica Ceca (qui l’articolo completo). Fra […]

Advertisement

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Persona speciale."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Gugliemo Vicario è un talento, per capacità di concentrazione, continuità, attaccamento e professionalità. Complimenti."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ternano di nascita ma da sempre fervido sostenitore di qualsiasi società sportiva o sportivo umbro in grado di portare il nome della nostra regione..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Grande Tigre..Grande Uomo...Grande Calciatore. Antonio Ceccarini da Sant'Angelo in Vado....con Ramaccioni che lo portò a Città di Castello...per..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Non l' ho mai conosciuto direttamente, ne' incontrato da vicino pero' ho 1 piccolo ricordo di lui quando non era conosciuto. Il Grifo giocava in C2,..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da News