Resta in contatto

Approfondimenti

Perugia, a Benevento sarà la grande sfida degli ex

Non solo Bucchi, sabato i grifoni incroceranno gli scarpini con una bella fetta della storia biancorossa recente: da Insigne jr a Di Chiara, da Puggioni a Volta passando per Buonaiuto e Bandinelli. Ecco storia e momento degli avversari più attesi

E’ un campionato così: ovunque il Perugia va a giocare, si trova ad affrontare un nutrito gruppetto di ex. E’ accaduto quasi sempre con i ‘picchi’ di Salerno, Verona e Livorno, tre trasferte dove gli ex di turno erano sempre un piccolo esercito. Accadrà anche e soprattutto sabato prossimo a Benevento.

Già, perchè la corazzata sannita è una sorta di Perugia-due, se ci si passa la definizione. A partire naturalmente dall’allenatore Christian Bucchi, che proprio allenando il Perugia si è guadagnato i galloni per guidare i giallorossi (‘Nei playoff con il Perugia due anni orsono dette una lezione di calcio a Baroni‘, ha spiegato il suo presidente Vigorito qualche giorno fa), anche se ora i risultati non gli stanno dando ragione e anzi, la sua panchina è data in pericolo, al punto che se non dovesse battere il Perugia sabato potrebbe anche saltare.

Ma non c’è solo Bucchi. Nel Benevento milita ad esempio anche il portiere Christian Puggioni, classe ’81: dalla sua stagione perugina (2007-2008) ne è passata di acqua sotto i punti, ma nessuno ha dimenticato che con lui tra i pali il Perugia raggiunse i playoff in Serie C1 e in quella stagione Puggioni fu grande protagonista, al punto di aggiudicarsi il titolo di ‘Grifone dell’anno‘. Oggi ha perso il posto a favore del giovane Montipò, che a La Spezia non è stato certo esente da errori. E insomma, sabato Puggioni potrebbe anche giocare. Nel Benevento milita anche Roberto Insigne, attaccante classe ’94, fratello del ben più noto Lorenzo. Insigne jr militò nel Perugia 2013-2014 con Camplone alla guida (12 presenze e un gol) lasciando però un ottimo ricordo. Da allora Insigne è cresciuto al punto che anche il Perugia lo ha cercato a più riprese sul mercato e il Benevento se lo è aggiudicato per tentare la risalita.

Il terzino sinistro sannita è poi quel Gianluca Di Chiara (classe ’93) che nel campionato 2016-2017 Goretti pescò a Catanzaro per lanciarlo nel calcio dei grandi, riuscendo a valorizzarlo fino ad una cessione onerosa e importante proprio al Benevento. Dove Di Chiara ha avuto alterne fortune (è stato anche prestato senza successo al Carpi) fino a questa stagione in cui viene schierato tra i titolari. Va detto che i tifosi del Perugia non apprezzarono le sue dichiarazioni appena approdato a Benevento e insomma, con lui potrebbero avere il dente un po’ avvelenato.

Chissà invece quale sarà l’accoglienza dei tifosi perugini in trasferta per Massimo Volta, centrale classe ’87, 107 partite e 3 gol dal 2015 al 2018 in biancorosso, e per Cristian Buonaiuto, trequartista classe ’92, 54 partite e 7 gol tra il 2016 e il 2018? Parliamo indubitabilmente di due colonne, due tra i protagonisti biancorossi più importanti delle ultime stagioni, entrambi fortemente voluti da Bucchi a Benevento dove non stanno rispettando le grandi attese riposte su di loro dalla piazza.

Nel Perugia, oltre a Raffaele Bianco, c’è anche Pasquale Mazzocchi, che è stato in giallorosso da ragazzo.

Foto Mario Taddeo

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] contro Bucchi. Il presente contro il passato biancorosso. Il Grifo contro una lunga schiera di ex. Uno scontro diretto fra due squadre appaiate a quota 17 punti in classifica. Sono molteplici i […]

trackback

[…] Nella partita dei tanti ex, ce n’è uno che pochi ricordano: ora al Perugia, Pasquale Mazzocchi ha giocato da giovanissimo anche a Benevento, prima di imporsi nel calcio che conta con la maglia del Parma. […]

trackback

[…] Nesta ha proseguito nell’approfondimento tattico del 4-3-1-2. Al “Vigorito” non sono previste  varianti rispetto alla squadra titolare delle ultime due vittorie con Livorno e Crotone. Da monitorare passo passo la condizione di Vido ma c’è un generale ottimismo sul recupero del numero 10. Il programma di lavoro prevede tutte sedute mattutine fino alla vigilia del match contro il Benevento dei tanti ex. […]

Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ti ho voluto bene e ti ho odiato mi hai fatto piangere di gioia e di rabbia, avrei voluto abbracciarti un giorno e picchiarti il giorno dopo... La..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da Approfondimenti