Resta in contatto

News

Serie A: Boxing Day, Ronaldo salva la Juve e il Napoli va in rosso

La Signora recupera in dieci contro undici a Bergamo, l’Inter stende la Ancelotti-band a San Siro con Lautaro Martinez. Milan ancora senza gol, Toro e Samp sul velluto, blitz-Parma a Firenze, Farias rilancia il Cagliari, Simone vince la sfida degli Inzaghi

Le difficoltà del Milan non finiscono nel primo Boxing Day della storia della Serie A, in onda per la diociottesima giornata: ancora una volta a secco di gol i rossoneri, così come era capitato nelle tre precedenti partite di un dicembre da dimenticare tra campionato ed Europa League. La sfida tra fratelli finisce invece come da pronostico. La Lazio senza troppi problemi fredda un inerme Bologna con un gol per tempo: Felipe Luiz apre, Lulic chiude. Simone batte Pippo, che si becca anche i fischi del Dall’Ara assieme alla squadra ancorata al terzultimo posto.

La striscia da record della Juventus si interrompe, ma i bianconeri possono essere soddisfatti per come si era messa. In dieci per l’espulsione di Bentancur a inizio ripresa, i bianconeri impattano 2-2 a Bergamo grazie a Cristiano Ronaldo, che dalla panchina salva l’imbattibilità dei suoi in campionato. L’Atalanta fa un figurone e va a un passo dall’impresa: sotto per 1-0 a causa dell’autogol di Djimsiti al 2′, i neroazzurri hanno la forza di ribaltare il risultato con la doppietta di Zapata. Ma non basta, Ronaldo è implacabile e spinge Madama a +9 sul Napoli.

Si interrompe in casa Samp la striscia positiva per il Chievo di Di Carlo. I clivensi reggono un tempo, poi nella ripresa arrivano le reti di Quagliarella e Ramirez a spezzare l’equilibrio e regalare il quinto posto ai blucerchiati. Dopo due vittorie di fila si interrompe anche la striscia della Fiorentina. A decidere il match del Franchi, che permette ai ducali di tornare alla vittoria dopo quattro turni, è stata una rete di Inglese al 47′ del primo tempo su indecisione difensiva di Vitor Hugo, poi espulso nella ripresa. Una rete di Farias nel recupero del primo tempo regala al Cagliari tre punti preziosi contro il Genoa. La squadra di Maran, grazie a questa vittoria, tocca quota 20 e supera in graduatoria proprio i rossoblù di Prandelli.

Il Natale ha lasciato alla Roma il regalo più bello: dopo la disfatta di Torino, i giallorossi ritornano alla vittoria in casa contro il Sassuolo, l’ex squadra di Di Francesco che gli ha aiutato a salvare la sua panchina, almeno per il momento. Un 3-1 quasi perfetto per la squadra capitolina che finalmente ha saputo convincere e dare la giusta risposta proprio nel periodo più duro di tutta la stagione. Grande prova e gol per Zaniolo.  Vince anche il Torino, che batte nettamente l’Empoli. Scialbo pareggio a reti bianche a Ferrara tra Spal e Udinese.

Il Boxing Day si chiude con il successo dell’Inter sul Napoli: a decidere la contesa (che porta a 5 le lunghezze di differenza tra le due compagini) è la terza rete in campionato di Lautaro Martinez, arrivata poco dopo l’espulsione di Koulibaly. Il nervosismo tra i campani arriva anche a Insigne, che in pieno recupero lascerà i suoi in 9: un Santo Stefano in rosso per la banda Ancelotti.

RISULTATI E MARCATORI:

Frosinone-Milan 0-0

Atalanta-Juventus 2-2 24′, 56′ Zapata (A), 2′ Djimsiti aut. (J), 78′ C. Ronaldo (J)

Bologna-Lazio 0-2 30′ L. Felipe, 89′ Lulic

Cagliari-Genoa 1-0 45′ Farias

Fiorentina-Parma 0-1 46′ Inglese

Sampdoria-Chievo 2-0 47′ Quagliarella, 59′ Ramirez

Roma-Sassuolo 3-1 8′ Perotti rig. (R), 23′ Schick (R), 59′ Zaniolo (R), 90′ Babacar (S

Spal-Udinese 0-0

Torino-Empoli 3-0 44′ Nkoulou, 49′ De Silvestri, 75′ Iago Falqu

Inter-Napoli 1-0 91′ L. Martinez

LA CLASSIFICA:

Juventus 50 punti, Napoli 41, Inter 36, Lazio 31, Sampdoria 29, Milan 28, Roma 27, Torino 26, Atalanta, Fiorentina, Sassuolo, Parma 25, Cagliari 20, Genoa 19, Spal 17, Empoli 16, Udinese 15, Bologna 13, Frosinone 10, Chievo 5*

*3 punti di penalizzazione

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da News