Resta in contatto

Amarcord

Fenomeno giapponese a Perugia: auguri Nakata!

Ecco cosa fa Hide oggi che compie 42 anni. Dopo il giro del mondo con zaino in spalla è diventato modello e imprenditore. Da poco ha riabbracciato l’universo biancorosso.

Ha fatto e continua fare il giro del mondo Hidetoshi Nakata. Da sempre fenomeno planetario, lo resta anche oggi che compie 42 anni e ha smesso da tempo con il pallone. Se ogni asso dello sport è unico, Hide è unico fra gli unici. E il suo legame con Perugia e il Grifo resta inossidabile.

Lo ha confermato nella sua recente visita al Museo di Pian di Massiano, durante il tour in Italia, dei mesi scorsi, per girare il documentario sulla carriera del più grande calciatore giapponese. “Senza la città di Perugia – aveva ricordato Nakata – non avrei potuto fare la scelta di giocare in Serie A”.

Hide è stato un influencer ancor prima che nascessero i social network. Per il talento sopraffino, certo, ma anche per uno stile e un’eleganza magnetici sul terreno di gioco come fuori. Il Perugia di Gaucci lo fece conoscere al mondo. L’immenso gol in rovesciata alla Juventus, le 12 reti in 47 gare con la maglia del Grifo tra il 1998 e il 2000, poi la cessione ultra miliardaria alla Roma. La storia italiana l’ha portato allo scudetto, e ancora Parma, Bologna e Fiorentina. Nel 2005 il trasferimento in Inghilterra, al Bolton, prima di appendere le scarpette al chiodo. Prestissimo. A 29 anni.

Da lì è iniziata la seconda vita di Nakata. Con uno zaino in spalla a girare il mondo. Per scoprire le bellezze oltre il pallone. L’Asia, il Medio Oriente (“La gente ha paura di quei posti perché non sa che oltre alla guerra c’è gente stupenda. Se si viaggiasse di più ci sarebbero meno pregiudizi idioti”, disse) poi il Sud America e l’Africa. “Questo viaggio – spiegava l’ex grifone – mi serve per capire qual è il mio ruolo e come, nel mio piccolo, posso essere utile al mondo”.

Chiuso il grande tour mondiale, negli ultimi anni Hide è diventato modello e imprenditore, un fashion star e ambasciatore del Saké, la tradizionale bevanda nipponica. L’ultima esperienza è il docu-film sulla tappe della sua storia sportiva che lo ha riportato a Perugia, Roma, Bologna, Firenze e Parma. Oggi Nakata compie 22 anni, tanjoubi omedetou gozaimasu!

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da Amarcord