Resta in contatto

News

Serie A, Roma: ritorno al passato

Dopo l’esonero di Di Francesco, torna dopo otto anni Sir Claudio Ranieri. Anche Monchi da le dimissioni

In Inghilterra resta e resterà l’uomo del più incredibile miracolo calcistico di sempre, ed anche la recente parentesi negativa al Fulham non ha scalfito minimamente l’immagine che ha ottenuto oltremanica con la conquista della Premier con il Leicester nella stagione 2015/2016. Oggi la Roma si affida a lui per raggiungere l’obiettivo quarto posto, che darebbe ai giallorossi la certezza di partecipare alla prossima Champions League.

Claudio Ranieri è stato chiamato alla guida tecnica della Roma dopo la cocente eliminazione a Oporto che è costata la panchina ad Eusebio Francesco. Sir Claudio torna a ‘casa’ nelle vesti di traghettatore (con la possibilità di restare dopo giugno con un ruolo dirigenziale), ma la nave giallorossa non naviga certo in acque tranquille fra squalifiche, infortuni e morale sotto i tacchi dopo la deblache europea di pochi giorni fa. Il 67enne di Testaccio conosce meglio di chiunque altro l’ambiente ed è stato l’ultimo ad arrivare ad un passo dal tricolore con la Roma (nel 2010) e forse i tifosi giallorossi si appigliano a questo ricordo dalle sfumature agrodolci per crederci ancora. Anche allora Ranieri arrivò a stagione in corso, sostituendo un Spalletti dimissionario, dopo un pessimo inizio di stagione.

Ma quella di Di Francesco non è stata l’unica testa a saltare dopo il 3-1 contro il Porto che è costata la qualificazione ai quarti di Champions League; anche Monchi (arrivato fra proclami e speranze) saluta e risolve consensualmente il suo rapporto lavorativo con l’As Roma. Il nuovo ds è Ricky Massara, per il futuro si parla di Mirabelli o Ausilio.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Grifo, prendi un attaccante e un centrocampista: le vostre richieste di mercato

Ultimo commento: "Diamogli anche Giulini in omaggio, visto che ci siamo XD"

Grifo, il Pagellone di fine anno: che voto a Lisi?

Ultimo commento: "Buona tecnica, buon fisico, giocatore affidabile da confermare"

SONDAGGIO: Gong sul mercato di gennaio. Che voto al Perugia?

Ultimo commento: "Cari amici leccesi uno scarso nel vostro attacco si vede troppo ma nel nostro neanche si nota"

Pallone d’Oro biancorosso 2021: il vincitore è Salvatore Burrai

Ultimo commento: "Quindi Burrai è risultato più decisivo di Angella tra l'anno scorso e questo girone di andata. Complimenti"
Advertisement

I Miti biancorossi

Il 'Tigre' di Perugia

Antonio Ceccarini

Il bomber perugino campione d'Europa

Fabrizio Ravanelli

Il 'Condor' biancorosso

Franco Vannini

Il profeta di Perugia

Giovanni Galeone

Lo storico allenatore biancorosso

Guido Mazzetti

Il principe del Sol Levante

Hidetoshi Nakata

L'allenatore del Perugia dei 'miracoli'

Ilario Castagner

Il Lord capitano del Perugia dei miracoli

Pierluigi Frosio

L'uomo-simbolo del Perugia

Renato Curi

L'uomo che apparteneva al fiume

Serse Cosmi

Altro da News