Resta in contatto

News

La Primavera vince con il Krasnodar, ma non basta. Il Grifo saluta il torneo di Viareggio a testa altissima

Due successi su tre partite non bastano. I biancorossi lasciano la competizione per differenza reti

Il Perugia Primavera chiude il Torneo di Viareggio con una grande prestazione e un successo (2-1) contro il Krasnodar nella partita giocata sabato allo stadio “Ferdeghini” di La Spezia. I biancorossi passano in vantaggio dopo appena due minuti con un colpo di testa di Mame Ndir su cross da calcio d’angolo. Dopo quattro minuti Tukuchev prova subito a rimettere la partita in parità con un tiro dal centrosinistra dell’area, il pallone termina sul fondo. L’occasione più ghiotta nei primi 45 minuti ce l’ha Metelli che uno contro uno con il portiere avversario manda di pochissimo il pallone sul lato sinistro della porta.

Nella ripresa parte ancora forte la formazione di mister Pagliari con Settimi che prova la conclusione da posizione centrale dal limite dell’area, Eshchenko para. Al ventiduesimo minuto Cavaliere in area prova il tiro ma manda alto. Al venticinquesimo l’arbitro concede calcio di rigore per i russi, dal dischetto va Spertusan che manda il pallone fuori alla destra di Bocci che aveva intuito la traiettoria. Al quarantesimo minuto arriva il pareggio con Kolomitsev che deve soltanto appoggiare un cross proveniente dalla fascia destra.

Il Perugia però ricomincia a creare prima con Righetti con una gran botta dal limite dell’area e poi con Vagnoni che dalla stessa posizione impegna il numero 31 russo. All’ultimo minuto di recupero Settimi decide di fare una replica dello strepitoso gol realizzato agli americani alla prima giornata: si porta sull’angolino sinistro dell’area e fa partire un tiro a giro che sembra disegnato: il Perugia si riporta in vantaggio 2-1. Questa prova da applausi purtroppo non basta per accedere agli ottavi di finale: a condannare gli umbri è solamente la differenza reti.

Abbiamo fatto un torneo favoloso, è davvero un peccato uscire così. Ai miei ragazzi posso solo fare i complimenti, io e il mio staff siamo orgogliosi di aver battuto gli americani e i russi e di aver perso solo a causa di due rigori contro una squadra che lotterà fino all’ultimo per vincere il campionato Primavera. Queste giornate mi hanno fatto sentire un allenatore giovane e bravo” , le parole di Pagliari al termine del match.

Le partite della giornata:
Krasnodar-Perugia 1-2.
Fiorentina-Westchester Utf 3-0.

La classifica del girone 8: Fiorentina 7, Perugia 6, Krasnodar 4, Westchester Utd 0.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ternano di nascita ma da sempre fervido sostenitore di qualsiasi società sportiva o sportivo umbro in grado di portare il nome della nostra regione..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Serse? ma come puoi pensare una cosa del genere...... ti dico solo che al suo arrivo galeone trovò il Perugia quart' ultimo e andò in serie A........."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Grande Tigre..Grande Uomo...Grande Calciatore. Antonio Ceccarini da Sant'Angelo in Vado....con Ramaccioni che lo portò a Città di Castello...per..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Non l' ho mai conosciuto direttamente, ne' incontrato da vicino pero' ho 1 piccolo ricordo di lui quando non era conosciuto. Il Grifo giocava in C2,..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Che dire di Castagner persona semplice genuina grande tecnico grande uomo quello che ha fatto a Perugia penso sia irripetibile che dire di più?"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da News