Resta in contatto

News

Palermo, controsorpasso al Benevento. Ex Grifo: Brignoli beffa Di Carmine

Nel posticipo i rosanero si prendono l’intera posta contro il Verona (1-0), decisivo Nestorovski, e si riportano al terzo posto. Occasioni al vento, Grosso può mangiarsi le mani

Posticipo infuocato al ‘Barbera’ di Palermo, dove i padroni di casa hanno fatto loro il big-match contro l’Hellas Verona di Fabio Grosso mettendo così subito nel dimenticatoio la sconfitta di Pescara. A decidere la sfida una rete del bomber rosanero Nestorovski dopo che nel primo tempo erano stati i siciliani a fare la partita, con i gialloblu a controllare cercando le ripartenze. Occasioni per i rosanero non sfruttate da Nestorovski, Jajalo e due volte Trajkovski prima del riposo.

Nella ripresa cambia tutto: pronti, via e Moreo si inventa un assist per il bomber che fulmina Silvestri da due passi, facendo esplodere il ‘Barbera’. Con il vantaggio i rosanero arretrano il baricentro e il copione cambia diametralmente, ma è sempre il Palermo a sciupare il bis con Haas, mentre il Verona può disperarsi per una grande occasione gettata al vento da Di Gaudio a tu per tu con l’ex Grifone Brignoli, subito imitato in un’unica azione da Matos che batte addosso al portiere e Lee che sulla ribattuta da due passi riesce a colpire Pazzini.

Finale incandescente con l’espulsione di Bellusci per il fallo sul ‘Pazz’o e con le occasioni scupate ancora da Nestorovski (palo) e Puscas. Finisce 1-0 e il Palermo si riprende il terzo posto ai danni del Benevento, subito dopo Brescia e Lecce, tornando a sperare nella promozione diretta. Ex Grifoni: oltre a Brignoli grande protagonista, dall’altra parte c’erano Di Carmine (mai nel vivo), Gustafson e Faraoni con Colombatto soltanto in panchina.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Non l' ho mai conosciuto direttamente, ne' incontrato da vicino pero' ho 1 piccolo ricordo di lui quando non era conosciuto. Il Grifo giocava in C2,..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Che dire di Castagner persona semplice genuina grande tecnico grande uomo quello che ha fatto a Perugia penso sia irripetibile che dire di più?"

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Come non fidarsi del tuo esimio parere. Pare che una volta a casa abbia chiamato i figli e abbia detto loro: studiate, impegnatevi, sacrificatevi e..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Grande Galeone un profeta... Number one"

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "io abitavo a Elce in via Torelli e Cecca era mio vicino di casa. ricordo un uomo vero in campo e fuori sempre rispettoso e disponibile un calcio d'..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da News