Resta in contatto

News

Oddo sul Grifo a metà: “Peccato, il primo gol del Cosenza ha cambiato la gara”

L’allenatore del Perugia in conferenza stampa dopo il pareggio (2-2) interno contro i calabresi. “Il primo tempo migliore della mia squadra in questa stagione”

Un punto guadagnato o due persi? Questo è il consueto interrogativo quando arriva un pareggio interno. Soprattutto per un Perugia che era nuovamente chiamato al salto di qualità. “Una partita dai due volti“, ha detto Oddo a caldo dopo il 2-2 con il Cosenza. “Nel primo tempo mi è sembrato molto molto bene per gioco, occasioni e ritmi – ha aggiunto il tecnico del Grifo -. Ci è mancato il secondo e terzo gol che avremmo meritato. Poi come spesso succede le partite possono cambiare in un momento e nel secondo tempo siamo andati in difficoltà. Dobbiamo maturare perché non possiamo prendere un gol come l’1-1 dopo cinquanta secondi della ripresa. A volte serve una palla in tribuna”.

Dispiace per una vittoria che sarebbe stata bella – ha detto ancora Oddo -, prendiamo le cose positive e lavoriamo per togliere i difetti che ancora abbiamo. Il secondo gol? La prima cosa è non concedere il cross, poi è stato anche molto bravo l’attaccante”.

Non sarebbe andata così se non avessimo preso il gol a freddo all’inizio del primo tempo. Ci siamo tirati un po’ indietro e abbiamo fatto fatica a rialzarci. Comunque abbiamo avuto diverse possibilità di arrivare al gol”.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 mesi fa

Ma il 2 disastroso

Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 mesi fa

Il fatto è che bisogna essere pratici x tt e due i tempi. Parliamoci chiaro: squadra troppo giovane con calciatori troppo acerbi. Nel complesso team sovrastimato. X ambire alla A, cosa che, allo stato dell’arte, noi nn possiamo pretendere, occorre avere complessi come il BN e come il FR(quest’ultimo con un altro coach sarebbe quasi in A)

Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 mesi fa

troppa presunzione e soprattutto cambi che dovrebbero essere fatti in tempo utile

Roberto Caciotto
Roberto Caciotto
7 mesi fa

Fortuna ha fischiato la fine se no la perdevi pure

Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 mesi fa

Neanche con la terzultima

Advertisement

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Persona speciale."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Gugliemo Vicario è un talento, per capacità di concentrazione, continuità, attaccamento e professionalità. Complimenti."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ternano di nascita ma da sempre fervido sostenitore di qualsiasi società sportiva o sportivo umbro in grado di portare il nome della nostra regione..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Grande Tigre..Grande Uomo...Grande Calciatore. Antonio Ceccarini da Sant'Angelo in Vado....con Ramaccioni che lo portò a Città di Castello...per..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Non l' ho mai conosciuto direttamente, ne' incontrato da vicino pero' ho 1 piccolo ricordo di lui quando non era conosciuto. Il Grifo giocava in C2,..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da News