Resta in contatto

News

Il Grifo perde colpi ma ritrova Falcinelli: a Trapani è 2-2

Rocambolesco pareggio al ‘Provinciale’ grazie a due rigori contro i siciliani per un Perugia distratto e non in palla. Luperini sblocca per i locali, quindi entra Dieguito e la partita cambia: assist sul primo penalty segnato da Iemmello, poi l’attaccante si sblocca dal dischetto dopo il nuovo vantaggio di Pettinari

Finisce 2-2 e il Perugia può ben dire che gli è andata bene. Non certo perchè il Trapani abbia sfoderato chissà quale partita e abbia contato chissà quante occasioni, ma il Perugia della sfida al ‘Provinciale’ era davvero distratto e mal disposto. Dopo un avvio discreto, con un paio di conclusioni dalla distanza dei grifoni, il Trapani ha trovato il gol grazie ad un episodio fortunoso, un rimpallo che ha favorito Luperini sul quale però c’è stato il contrasto all’acqua di rose di Carraro.

Il Perugia ha accusato il colpo e rischiato di beccare il bis, poi ha trovato il pareggio quando è entrato Falcinelli, bravissimo a lanciare Iemmello verso Carnesecchi, il fallo da dietro di Strandberg è stato punito con espulsione e rigore, che il capocannoniere del torneo ha trasformato (sigillo n. 15). Ed ecco la frittata, che conferma la giornata no dei grifoni nella concentrazione: battuto il centro, il Trapani si è riversato in avanti ed ha trovato il gol con Pettinari, favorito da un clamoroso errore di Vicario sulla sponda di Grillo.

Il Perugia ha cercato la reazione e ha avuto il merito di crederci, trovando il nuovo pareggio grazie ad un ingenuo mani in area di Fornasier che Marini ha avuto il coraggio di punire con il rigore numero 2. Colpo di scena, Iemmello ha lasciato a Falcinelli la battuta e Dieguito (dopo una ripetizione) si è sbloccato. Non prima della sciocca espulsione di Gyomber, che ha commesso la stupidaggine di dire qualcosa di sbagliato al guardalinee proprio mentre Falcinelli stava per battere dagli undici metri. E’ finita così, 2-2 e alla fine il pari regala ai grifoni la continuità, che in B è importantissima, anche se lascia tante ombre sulla prestazione contro un avversario tutt’altro che trascendentale. Tra appena tre giorni c’è l’ultima dell’anno contro il Venezia al Curi: Falcinelli,uscito con un problema muscolare proprio dopo essersi sbloccato da valutare; mancherà Gyomber; torneranno Rosi e Dragomir. Partita da vincere assolutamente per chiudere l’andata restando nei piani alti.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Grandissimo giocatore un mito per noi perugini, non ce n'era per nessuno quando in quei tempi c erano veramente CAMPIONI, GRANDE TIGRE, .GRAZIE ..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Non l' ho mai conosciuto direttamente, ne' incontrato da vicino pero' ho 1 piccolo ricordo di lui quando non era conosciuto. Il Grifo giocava in C2,..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Che dire di Castagner persona semplice genuina grande tecnico grande uomo quello che ha fatto a Perugia penso sia irripetibile che dire di più?"

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Come non fidarsi del tuo esimio parere. Pare che una volta a casa abbia chiamato i figli e abbia detto loro: studiate, impegnatevi, sacrificatevi e..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Grande Galeone un profeta... Number one"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da News