Resta in contatto

Amarcord

Venti anni fa la storia del calcio, Ravanelli: “Ero sicuro che il Grifo…”

Il 14 maggio del 2000 la Lazio vinse lo scudetto grazie al successo del Perugia sulla Juventus al Curi. Il ricordo di ‘Penna Bianca’, allora in maglia biancoceleste

Perugia: 14 maggio 2000. Un luogo e una data che hanno segnato il calcio italiano. Per la caduta della Juventus – evento raro – per la pioggia, per lo scudetto che la Lazio ha scucito dal petto della Vecchia Signora all’ultimo tuffo.

Il gol di Calori al Curi ha fatto ballare di tricolore i biancocelesti. Sono passati 20 anni esatti. Sulla sponda laziale c’era Fabrizio Ravanelli, perugino doc che, prima del memorabile sgambetto, aveva anche scritto la storia bianconera.

“La Lazio mi prese dal Marsiglia – ricorda oggi Ravanelli a Ilgiornale.it -. Io in Francia stavo benissimo, avrei terminato lì la carriera. Ma dovetti tornare in Italia perché mio padre stava molto male. Lui viveva a Perugia, per questo per me trasferirmi a Roma fu un’occasione irrinunciabile, principalmente dal punto di vista privato, anche se sportivamente parlando la Lazio in quel momento era una delle squadre più forti d’Europa”.

Non c’è stato solo il pallone in quel giorno di 20 anni fa. È stato un insieme di sorprese emozionali, come il Grifo di Mazzone che riuscì, a salvezza acquisita, a battere la Juve capolista. “Ero sicuro che il Perugia – ha detto Ravanelli – avrebbe dato il massimo benché non avesse nulla da chiedere al campionato. Conoscevo il presidente Gaucci e sapevo che non ci stava a perdere”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Occhio a come parli che fanno presto a togliere la “stella” dallo stadio.. che poi capirai che stella🤦‍♂️

Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Grande e irripetibile! Mai più Uno così (purtroppo)! Riposa in pace!"

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Grande Tigre..Grande Uomo...Grande Calciatore. Antonio Ceccarini da Sant'Angelo in Vado....con Ramaccioni che lo portò a Città di Castello...per..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Non l' ho mai conosciuto direttamente, ne' incontrato da vicino pero' ho 1 piccolo ricordo di lui quando non era conosciuto. Il Grifo giocava in C2,..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Che dire di Castagner persona semplice genuina grande tecnico grande uomo quello che ha fatto a Perugia penso sia irripetibile che dire di più?"

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Grande Galeone un profeta... Number one"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da Amarcord