Resta in contatto

News

Bisoli e la squadra degli ex sulla strada del Grifo per la salvezza

La Cremonese arriva venerdì al Curi guidata dal tecnico che in biancorosso non ha lasciato il segno e con cinque calciatori di spessore che hanno vestito la maglia del Grifo

Pierpaolo Bisoli, tecnico che a Perugia ha finito per essere più discusso che apprezzato, torna venerdì al Curi alla guida della Cremonese per una tesissima sfida salvezza. Guida una lunga schiera di ex grifoni.

L’allenatore di Porretta Terme, nella recente storia del Grifo in Serie B, è stato il protagonista in negativo dell’unica stagione biancorosssa (2015-16) che non si è chiusa con la disputa dei play-off (decimo posto finale).

La Cremonese però arriva al Curi lanciata verso la salvezza con il miglior rendimento post lockdown e la rosa, allestita per ben altri traguardi, vanta tanti big passati da Perugia.

È acciaccato Alessandro Crescenzi (ha saltato le ultime due gare), il terzino sinistro in biancorosso ha vissuto la stagione 2014-15 con 43 presenze complessive. Dopo la scorsa annata da protagonista a Perugia (25 gare e un gol), Micheal Kingsley con la Cremonese è andato avanti a singhiozzo (9 presenze) e nell’ultima gara contro il Chievo è stato “bocciato” al 41′ da Bisoli. È stato sostituito da Samuel Gustafson che con il Grifo ha giocato 6 mesi intensi (da gennaio 2018) con 21 gare e un gol e che, però, per il match di venerdì è squalificato.

In avanti poi i grigiorossi hanno due pezzi da novanta ex Grifo. Vittorio Parigini è sceso in B a gennaio (via Genoa) e ha segnato 3 reti in 13 gare. A Perugia è maturato con 9 gol e 6 assist in 52 gare tra il 2014 e il 2016. Daniel Ciofani è invece ripartito da Cremona la scorsa estate dopo una vita sportiva a Frosinone: sono 3 i gol in stagione (32 gare) dell’attaccante-dottore (è laureato in Scienze Motorie) che in maglia  Grifo ha lasciato il segno in Serie C1 (2012-13) con 14 reti.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ternano di nascita ma da sempre fervido sostenitore di qualsiasi società sportiva o sportivo umbro in grado di portare il nome della nostra regione..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Serse? ma come puoi pensare una cosa del genere...... ti dico solo che al suo arrivo galeone trovò il Perugia quart' ultimo e andò in serie A........."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Grande Tigre..Grande Uomo...Grande Calciatore. Antonio Ceccarini da Sant'Angelo in Vado....con Ramaccioni che lo portò a Città di Castello...per..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Non l' ho mai conosciuto direttamente, ne' incontrato da vicino pero' ho 1 piccolo ricordo di lui quando non era conosciuto. Il Grifo giocava in C2,..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Che dire di Castagner persona semplice genuina grande tecnico grande uomo quello che ha fatto a Perugia penso sia irripetibile che dire di più?"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da News