Resta in contatto

News

Dopo otto anni l’addio di Goretti al Perugia e a Santopadre

Il direttore dell’area tecnica ha comunicato al presidente l’intenzione di mollare, mercoledì mattina arriverà la risoluzione. Per il Dt ci può essere lo Spezia, il presidente inaugurerà una nuova strada: Comotto, Pizzimenti oppure…

Si sono incontrati lunedì per un primo confronto, nel pomeriggio di martedì si sono rivisti ed è arrivata la risposta definitiva. Dopo otto anni da direttore dell’area tecnica del Perugia, di cui è stato anche responsabile del Settore Giovanile, Roberto Goretti ga deciso di lasciare. Nonostante l’anno di contratto ancora in essere. All’origine di una separazione che ha del clamoroso (il connubio Santopadre-Goretti per lunghi anni è sembrato fortissimo e inscindibile) le incomprensioni nel corso della stagione che è culminata nella retrocessione del Perugia dalla B alla C, ma soprattutto la scarsa identità di vedute su come affrontare il futuro insieme.

A Massimiliano Santopadre Goretti aveva chiesto espressamente meno invasività, non riferendosi necessariamente al suo campo e dunque all’area tecnica, quanto a un po’ tutti i settori della società, gestita ed amministrata dal presidente come una ‘one man band’. Oltre alla richiesta della conferma di Oddo, Goretti avrebbe anche insistito con Santopadre sulla necessità di implementare il club in alcuni ruoli chiave a livello dirigenziale e nella comunicazione e in questo campo potrebbe avere anche fatto breccia.

Alla fine, però, i due hanno optato per la separazione, pur rimanendo in ottimi rapporti e restando invariata la stima professionale l’uno nei confronti dell’altro. Semplicemente, la ferita di una retrocessione e di come è arrivata, sarebbe stata probabilmente insanabile e troppo problematico sarebbe stato progettare una nuova stagione insieme. Domattina i due si rivedranno per la risoluzione contrattuale e per doirsi sinceramente ‘in bocca al lupo’. Insomma, da oggi Goretti diventa un ex (lo aspetta probabilmente lo Spezia), il Perugia cambia rotta. Un nome che gira da giorni è quello dell’ex grifone Gianluca Comotto, ora nello staff della Fiorentina, mentre non va sottovalutata anche la possibilità di una promozione di Marcello Pizzimenti. In realtà sarebbero però di più i nomi sul tavolo di Santopadre, che presto prenderà la sua decisione.

31 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
31 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Era oraaaa

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Era ora. E adesso pure il presidente..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Giusto che vada via, ma le colpe sono più del presidente che le sue

Cencio 1
Cencio 1
2 mesi fa

Troppo tardi purtroppo il giocattolo è riuscito a romperlo proprio bene.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Telegram – chat telegram Perugia https://t.me/perugia4chiacchiere

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Gianluca Comotto

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Meglio tardi che mai!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Corsa a due per la sostituzione….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Sempre troppo tardi!!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Benissimo !

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Credo che sia la cosa migliore da fare, cambiare tutto l asset dirigenziale

Mirco
Mirco
2 mesi fa

Un grazie a Roberto per quello che ha fatto in questi anni.
Una stagione di m**** non cancella il resto.
In bocca al lupo.

Luca
Luca
2 mesi fa

Fuori umiltà ora manca er mutanda. Vergognati per quello che hai fatto in questi anni in eterno. Disonore di Perugia, ma ormai sei un ternano dentro. Monnezza butta dentro ai sacchi quei quattro gadget che hai da vendere e vattene subito. Perugia non dimentica. Opportunisra senza dignità, re del teatro e della falsità.
Da Breda a Ragusa, da Vannini a Tedeschini, da Ercoli a Cosmi.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Quando la nave affonda i topi scappano

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Vergognati soprattutto di essere Perugino ed esserti prostrato a 90° a un romano

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Menomale

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Ave !!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Bene

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

E uno Era ora fuori dai coioni

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Era ora!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Mah speriamo bene che ce poco tempo per i cambiamenti e qui ancora non si s nulla

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Mettiti d’accordo con Alessandro Gaucci

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Era ora

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Adesso piamo un altro che costa meno.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Persona onesta..ma questa stagione danni..molti!!giusto cambiare….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Cerchiamo almeno per il primo anno di c, di salvarci senza soffrire troppo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Scommetto che sceglie Pizzimenti un altro fenomeno ma per carità

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Un primo segnale di discontinuità, ora bisogna sperare in qualcuno di competente e con il cervello collegato prima di esternare dichiarazioni…….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Arrogante e presuntuoso… Io non dimentico il post play off perso in casa con il Pisa .. fuori uno!!!!!!!

Federico
Federico
2 mesi fa

Era ora

Daniele
Daniele
2 mesi fa

GORETTI FUORI UNO. MA SANTOPADRE NON HA CAPITO CHE SE NE DEVE ANDARE VIA??? VENDA IL PERUGIA CALCIO E SCOMPAIA PER SEMPRE. HA FATTO TROPPI DANNI. INTERVENGA IL SINDACO ROMIZI PER FARGLIELO CAPIRE

Advertisement

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Un'allenatore che allenando una provinciale rimane imbattuto dice gia'tutto. Vogliamo parlare dell'uomo dal punto di vista umano? Beh all'epoca del..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Io non da perugino primo anno di università,in quella domenica fredda e piovosa al gol di cecca mi innamorai del grifo...."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Ragazzi, con tutto il rispetto per voi ma... Il Gale è Pescara. Pescara è il Gale. Gale e Profeta, sostantivi coniati da noi.... In bocca al lupo..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "15 anni le prime sigarette in curva nord.. Tu segnavi in serie c... Sotto militare facevi vincere i gobbi la champions... Poi torni e per poco non ci..."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ternano di nascita ma da sempre fervido sostenitore di qualsiasi società sportiva o sportivo umbro in grado di portare il nome della nostra regione..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da News