Resta in contatto

News

Perugia, Caserta si svela: ‘Mi manda Conte e ho una gran voglia di riscatto’

Serietà e idee chiare, il nuovo allenatore biancorosso si è presentato alla piazza: ‘Retrocedere fa male, vale per me e per questo prestigioso club. So cosa voglio e nessuno mi ha mai regalato nulla. Il duro lavoro è il mio credo’

Una conferenza on-line non è mai la stessa cosa, in ogni caso la prima impressione è ottima. Il reggino Fabio Caserta si è presentato come nuovo allenatore del Perugia e, affiancato dal direttore sportivo Marco Giannitti, ha mandato il suo messaggio a Perugia e ai perugini.

Ho accettato con entusiasmo di arrivare in una piazza importante – ha detto -, con tanta voglia di riscatto dopo un’annata non bellissima sia per me che per il Perugia. Ai giocatori chiederò il massimo impegno durante ogni singolo allenamento, perché la partita è solo lo specchio della settimana. Quando un calciatore esce dal campo con la maglia sudata, potrà essere andata bene o un male ma avrà fatto il suo dovere’.

Limpido, chiaro e trasparente, l’ex allenatore della Juve Stabia ha parlato della sfida che lo attende: ‘Non ho mai dovuto affrontare nella mia carriera sfide facili e questa non fa eccezione. Una retrocessione fa male a tutti, ma io so bene cosa voglio. Ho sempre lottato per ottenere qualcosa di importante partendo dal basso, mai nessuno mi ha regalato nulla. Da calciatore ho avuto la fortuna di essere allenato da tecnici importanti come ad esempio Antonio Conte, che mi ha plasmato sia a livello umano che caratteriale. Io cerco di essere me stesso con i principi che mi piacciono, guardo la rosa che li mettono a disposizione e la adatto al mio credo attraverso il duro lavoro’.

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Stefano
Stefano
1 anno fa

Che brutto riferimento, quello squallido personaggio di Conte! Incrociamo le dita.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Se te mandava la Madonna de Lourdes era meglio!!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Quale Conte ti manda?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

M

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Buon lavoro mister

Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da News