Resta in contatto

Femminile

Grifoncelle, esordio amaro ma il risultato è ‘sub judice’

Il Perugia ha perso la prima partita di campionato 3-0 contro la Riozzese Como, ma le avversarie hanno effettuato 6 sostituzioni

Una prima partita che era complicata sulla carta e si è confermata tale sul campo. La Riozzese Como viene ritratta dagli addetti ai lavori come una candidata alla vittoria del campionato ed è avversaria scomoda da affrontare, ricca di giocatrici di esperienza nonostante la rifondazione. Eppure il Perugia, al di là del risultato, ha mostrato cose positive dando segnali che il percorso di crescita sta continuando. Le ragazze forse non hanno ancora novanta minuti nelle gambe e devono limare i troppi errori commessi in fase difensiva, ma il possesso palla ed il fraseggio in attacco migliora di partita in partita.

La cronaca

La prima occasione del match è delle grifoncelle: all’8′ Piselli viene lanciata in profondità, ma a tu per tu con Russo non riesce ad incrociare. Al 19′ risponde la Riozzese con un’incornata di Fusar Poli di testa che termina a lato. Superata la prima metà della prima frazione il Perugia denuncia un ‘blackout’ e ne approfittano le ospiti che sbloccano la gara. Prima Bayol deve compiere due importanti interventi sul tiro ravvicinato di Ferrario e sull’acrobazia di Gomez Olivares. Poi Ferrario riceve una sponda di petto e con una precisione chirurgica piazza la conclusione che vale l’ 1-0. Dopo il cooling break la Riozzese trova altre due reti: al 37′ Poli Fusar dalla lunga distanza non sbaglia e al 44′ Rognoni è abile a sfruttare un errore della retroguardia biancorossa. Prima della fine della prima frazione, Piselli viene servita da Massa dalla sinistra, controlla spalle alla porta e in girata trova il palo.

Il secondo tempo scorre veloce con meno azioni da una parte e dall’altra. La più ghiotta è ancora per le ospiti, con Ferrario che con uno ‘scavetto’ va vicino al gol. Una bella risposta di carattere del Perugia che torna in campo con equilibrio nonostante il pesante parziale e dimostra di essersi ripresa da quei fatali venti minuti di sbandamento. Nella seconda frazione, nella rapida girandola di scambi, la Riozzese Como commette l’errore di compiere 6 sostituzioni, sforando così il limite di 5 cambi. Il referto verrà mandato al Giudice sportivo, anche senza che il Perugia, che potrebbe vincere quindi a tavolino, sia tenuto a sporgere reclamo.

L’opinione del tecnico

C’è da tenere presente la forza dell’avversario – ha detto Mancini, che si è definito realista, ai nostri microfoni a fine partita -. Nonostante questo e nonostante avessimo subito nel primo tempo un passivo un po’ pesante, che secondo me non meritavamo, la squadra nel secondo tempo ha reagito ed è stata pericolosa. Si poteva andare incontro anche ad una sconfitta molto pesante, invece nella seconda frazione le ragazze hanno tenuto bene il campo e bisogna ripartire da qua“.

Quanto sente sua questa squadra ad inizio campionato? “Noi stiamo lavorando con tutto lo staff in perfetta sintonia. In questa categoria abbiamo necessità di fare esperienza, ma dalla partita di Coppa ad oggi ci sono stati dei miglioramenti considerando anche che hanno pronosticato l’avversario come  una delle possibili vincenti del campionato“. Quando gli viene ricordato delle palle-gol avute dalle sue ragazze risponde così: “E’ vero, la prima grande occasione l’abbiamo avuta noi ed abbiamo subito gol su qualche disattenzione. Però, dobbiamo ripartire dalle cose buone e lavorare sugli errori che abbiamo commesso“. Arriveranno novità dal mercato? “Noi abbiamo bisogno di completare l’organico e insieme al direttore (Roscini, ndr) stiamo guardandoci intorno per rinforzare il gruppo“. Asta potrebbe cambiare ruolo per una squadra più offensiva? “Se la cava bene sia in difesa che più avanti dove potrebbe darci qualcosa in più sulla spinta offensiva“.

Il tabellino

PERUGIA-RIOZZESE COMO 0-3

PERUGIA (4-3-2-1): Bayol; Serluca, De Monaco, Orsi, Asta; Federiconi (dal 30′ s.t. Gwiazdowska), Timo, Angori; Massa, Di Fiore (44′ Dominici); Piselli (dal 21′ s.t. Franciosa). A disp: Viola, Bortolato, Urso, Cerasa, Libera, Ciferri. All.: Luciano Mancini

RIOZZESE COMO (4-4-2): Russo; Cascarano (dal 41′ s.t. Bianchi), Franco (dal 41′ s.t. Badiali), Rizzon, Vergani (dal 1′ s.t. Segalini); Vivirito (dal 28′ Dubini), Ferrario, Fusar Poli (dal 28′ Cavicchia), Gomez Olivares; Rognoni, Pellegrinelli (dal 15′ Roventi). A disp: Bettineschi. All: Sebastian Wergifker

Marcatori: 24′ p.t. Ferrario, 37′ p.t. Fusar Poli, 44′ p.t. Rognoni

Recupero: 2′ p.t., 4′ s.t.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Ragazzi, con tutto il rispetto per voi ma... Il Gale è Pescara. Pescara è il Gale. Gale e Profeta, sostantivi coniati da noi.... In bocca al lupo..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "15 anni le prime sigarette in curva nord.. Tu segnavi in serie c... Sotto militare facevi vincere i gobbi la champions... Poi torni e per poco non ci..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Ero in curva nord quel giorno indimenticabile, avevo 15 anni, con papà e mamma, che non ci sono più, mio fratello, i miei zii. L'immagine di Antonio..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Grande allenatore mi ricordo un'amichevole con la ternana al primo campo intitolato al grande Renato Curi quello di Baschi (Tr) ma non..."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ternano di nascita ma da sempre fervido sostenitore di qualsiasi società sportiva o sportivo umbro in grado di portare il nome della nostra regione..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da Femminile