Resta in contatto

News

Grifo, Lunghi il goleador perugino più giovane di sempre

L’approfondimento del Messaggero in edicola: il 17enne assisano ha superato Ravanelli, in assoluto è il secondo della storia biancorossa. Gli scopritori, la fiducia del club e quel numero 16 che segna la strada

Ha fatto la sponda per il primo gol, quello di Rosi che ha dato il ‘la’ alla roboante vittoria. Ha cercato il sigillo personale già nel finale del primo tempo, vedendosi respingere la prima conclusione da Sarr, quindi l’ha trovato dopo appena trenta secondi della ripresa grazie ad una discesa in slalom conclusa da un tiro preciso che stavolta non ha lasciato scampo al portiere. Quasi un gol da veterano. Alberto Lunghi, assisano classe 2003, la prima partita nella prima squadra del Perugia vinta 4-1 in Coppa Italia ad Ascoli se la ricorderà a lungo ma attenzione, perchè una giornata così bella potrebbe non restare isolata.

Ad approfondire la storia del 17enne di Santa Maria degli Angeli che ha debuttato assieme al terzino sinistro Samuele Righetti, classe 2001 (bravissimo anche lui) è Il Messaggero dell’Umbria in edicola. Lunghi milita nel Settore Giovanile biancorosso da quando aveva 13 anni, dopo avere mosso i primi passi nell’Angelana e negli anni ha incantato tutti. Fino a ieri è stato opportunamente ‘protetto’ ma non è certo un caso se un 2003 viene stabilmente aggregato alla prima squadra.

Il suo scopritore è lo scout Sergio Filipponi, ma nella sua vicenda ci sono molti meriti da distribuire. A Roberto Goretti che lo ha portato in prima squadra nella passata stagione, a Marco Giannitti, Gianluca Comotto e Fabio Caserta che gli hanno messo gli occhi addosso subito. E non è un caso se il Perugia in estate ha rifiutato seccamente qualsiasi offerta, anche da club importanti che lo avrebbero impiegato stabilmente nel campionato Primavera 1.

Ebbene, Lunghi (17 anni e 5 mesi) al ‘Del Duca’ è uscito allo scoperto realizzando una serie di record: è il secondo marcatore più giovane nella storia del Perugia dopo Sergio Andreoli, che nel 1938 fece gol al Città di Castello in Coppa Italia a 16 anni, 4 mesi e un giorno. E’ però il perugino più giovane di sempre ad avere segnato con la maglia del Perugia, superando Fabrizio Ravanelli. E porta il numero 16, lo stesso che sfoggiava l’ultimo perugino che ha debuttato in prima squadra dal Settore Giovanile con Nesta, Filippo Ranocchia poi passato alla Juventus…

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da News