Resta in contatto

News

Grifo, Caserta col pugno di ferro: doppie sedute a raffica

Cambiato anche il programma del giovedì che ne prevedeva una sola. Monaco, Elia e uno tra Dragomir e Moscati in rampa di lancio per domenica

C’è la mano di Fabio Caserta, inequivocabilmente, sulla settimana di avvicinamento del Perugia alla sfida con la Fermana di domenica (ore 15 al ‘Curi’). Perché alla sfuriata di qualche giorno fa nello spogliatoio biancorosso, in cui il tecnico si è fatto sentire dal gruppo reduce dall’inconcepibile sconfitta di Mantova per 5-1 in maniera veemente, stanno seguendo i fatti.

Da quel giorno, infatti, il Perugia si è sempre allenato in doppia seduta e in maniera particolarmente intensa. Addirittura è stato cambiato il programma di giovedì, che prevedeva un solo allenamento e invece ha visto i grifoni in campo all’antistadio sia al mattino che al pomeriggio. Alla luce degli allenamenti a porte chiuse, non è ancora dato conoscere l’entità dei carichi di lavoro, ma l’impressione è che non si tratti di nulla di particolarmente tenero, anche alla luce del fatto che il Perugia attraversa l’unica settimana piena di lavoro in mezzo a due cicli di molte partite in pochi giorni.

Quanto alle scelte per la Fermana, il tecnico di Reggio Calabria sta tenendo più che mai tutti sulla corda e dunque al momento si possono solamente ipotizzare. In difesa si pensa al ritorno di Monaco dopo un paio d’anni (per il centrale sarebbe anche una sorta di ‘premio’ in onore all’atteggiamento esemplare e propositivo tenuto pur restando fuori dall’inizio della stagione), a centrocampo – con Konate fuori dai giochi e Vanbaleghem in ritardo – Moscati e Dragomir si contendono la maglia dello squalificato Burrai; in attacco, infine, Elia si candida per una maglia da esterno nel tridente.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Io non da perugino primo anno di università,in quella domenica fredda e piovosa al gol di cecca mi innamorai del grifo...."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Ragazzi, con tutto il rispetto per voi ma... Il Gale è Pescara. Pescara è il Gale. Gale e Profeta, sostantivi coniati da noi.... In bocca al lupo..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "15 anni le prime sigarette in curva nord.. Tu segnavi in serie c... Sotto militare facevi vincere i gobbi la champions... Poi torni e per poco non ci..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Grande allenatore mi ricordo un'amichevole con la ternana al primo campo intitolato al grande Renato Curi quello di Baschi (Tr) ma non..."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ternano di nascita ma da sempre fervido sostenitore di qualsiasi società sportiva o sportivo umbro in grado di portare il nome della nostra regione..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da News