Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Amarcord

Perugia, perché Gaucci prese Gheddafi jr: la verità di Di Marzio

A distanza di tanti anni ecco una inedita versione nel romanzo ‘Grand Hotel Calciomercato’ del noto giornalista

Tra gli aneddoti svelati dal giornalista Gianluca Di Marzio nel suo romanzo “Grand Hotel Calciomercato”, giunto alla quarta ristampa, ecco spuntarne uno del tutto inedito che riguarda il Perugia di Luciano Gaucci e la vera motivazione dell’arrivo in biancorosso di Al Saadi Gheddafi, datato dunque anno di grazia 2003, penultima stagione dei grifoni in Serie A.

Scrive Di Marzio – e riferisce il portale di Tv Sorrisi e Canzoni, ‘sorrisi.com’ – che a Luciano Gaucci era stata attribuita una frase («Gheddafi? Io non lo prenderei») dichiarata ad un non meglio precisato giornale tedesco.  Saadi Gheddafi era il terzo figlio del ben noto dittatore libico Mu’Ammar Gheddafi, nonché il capocannoniere del campionato del suo paese.

Tuttavia l’entità del suo talento era stata ben sintetizzata dall’allora allenatore della nazionale libica, l’italiano Franco Scoglio: «Non vale niente». I giudizi di Gaucci, però, urtarono il colonnello Gheddafi e l’ambasciatore libico in Italia chiese spiegazioni. Gaucci smentì: «Mai pronunciate quelle parole» e per scusarsi mise in atto la genialata di acquistare davvero il giovane Gheddafi. Col Perugia giocò solo una partita, contro la Juventus, di cui era tifoso, socio e sponsor con la sua società, la Tamoil.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Arriva la settimana degli acquisti: cosa serve al Perugia?

Ultimo commento: "Vedo che la squadra di sta riprendendo.ora giocano con più grinta.se continua così il Perugia si salva."

Grifo, il Pagellone di fine anno: che voto a Lisi?

Ultimo commento: "Hai ragione conta piu'quello"

SONDAGGIO: Gong sul mercato di gennaio. Che voto al Perugia?

Ultimo commento: "Cari amici leccesi uno scarso nel vostro attacco si vede troppo ma nel nostro neanche si nota"

Pallone d’Oro biancorosso 2021: il vincitore è Salvatore Burrai

Ultimo commento: "Quindi Burrai è risultato più decisivo di Angella tra l'anno scorso e questo girone di andata. Complimenti"
Advertisement

I Miti biancorossi

Il 'Tigre' di Perugia

Antonio Ceccarini

Il bomber perugino campione d'Europa

Fabrizio Ravanelli

Il 'Condor' biancorosso

Franco Vannini

Il profeta di Perugia

Giovanni Galeone

Lo storico allenatore biancorosso

Guido Mazzetti

Il principe del Sol Levante

Hidetoshi Nakata

L'allenatore del Perugia dei 'miracoli'

Ilario Castagner

Il Lord capitano del Perugia dei miracoli

Pierluigi Frosio

L'uomo-simbolo del Perugia

Renato Curi

L'uomo che apparteneva al fiume

Serse Cosmi

Altro da Amarcord