Resta in contatto

News

Grifo, l’emergenza è alle spalle: tornano anche Rosi e Minesso

Con l’inizio della settimana che porta alla trasferta in casa della Fermana, Caserta torna ad avere a disposizione l’intero organico. In avanti c’è l’imbarazzo della scelta. Anche se poi i reinserimenti saranno graduali…

Il Perugia lanciato nella lotta per il primato può salutare una sgradita presenza che gli ha costantemente fatto compagnia nelle ultime settimane: l’emergenza. Già, perchè dall’inizio di questa settimana, che porta alla trasferta in programma sabato sul difficile campo della Fermana di Giovanni Cornacchini (ore 17,30), Fabio Caserta può tirare un sospiro di sollievo: dopo avere riaccolto Crialese, Vano e Murano, sono clinicamente recuperati e dunque possono lavorare a tutti gli effetti nel gruppo elementi di grande importanza come Rosi, Monaco, Minesso (che ha dunque bruciato le tappe) e Melchiorri.

Come dire che l’emergenza è alle spalle, insomma: lo si è rilevato già dalla ripresa degli allenamenti di lunedì mattina. Anche se poi, conoscendo bene Caserta e la sua esperienza, possiamo considerare che molto difficilmente i recuperati saranno rischiati dall’inizio già sabato, piuttosto il tecnico li reinserirà buttandoli nella mischia gradatamente anche in base a quanto avranno dimostrato dal punto di vista fisico nel corso della settimana.

Di sicuro, in attacco torna l’abbondanza. In difesa Rosi tornerà a proporsi nel ruolo di terzino destro bene occupato in queste ultime partite da Cancellotti. E in attacco, con un Bianchimano da applausi a quota 5 gol e nel sapersi mettere al livello di tutti gli altri (Vano 1 gol e 3 assist, Murano 5 gol, Melchiorri 6, Minesso 5)  il tecnico avrà solo l’imbarazzo della scelta.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da News