Resta in contatto

L'angolo dell'avversario

Avversari Grifo, croci a Gubbio contro la dirigenza

Gesto teppistico dei tifosi eugubini appena fuori dalla città nella mattinata di domenica. La condanna ferma di Ghirelli

Atto teppistico shock di alcuni tifosi eugubini. Nella mattinata di domenica alcuni componenti della tifoseria della squadra umbra ha fissato sul ponte della SS 218 Pian d’Assino cinque croci come segno di contestazione contro la società: riportavano il nome del presidente Notari, del dg Pannacci, del team manager Ramacci, del responsabile del settore giovanile Mariotti e dell’addetto stampa Francioni.

Il Gubbio ha denunciato l’accaduto ai Carabinieri. Francesco Ghirelli, eugubino e presidente della Lega Pro, nel frattempo ha condannato duramente l’accaduto: “Gesto pieno di odio che rende il calcio un luogo inaccettabile. Siete banditi e con voi né il calcio né una citta nobile come Gubbio hanno legami”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
Paul
Paul
5 mesi fa

Ma roba da matti

Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ti ho voluto bene e ti ho odiato mi hai fatto piangere di gioia e di rabbia, avrei voluto abbracciarti un giorno e picchiarti il giorno dopo... La..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da L'angolo dell'avversario