Resta in contatto

News

Vis Pesaro-Perugia 0-1, Kouan: “Gol pesantissimo”

Il match-winner ha parlato dopo il successo del Grifo al Benelli (0-1). “Quando ho saputo di giocare mi sono detto che avrei dovuto sfruttare l’occasione, sono arrabbiato perché dovevo fare anche il secondo”

Quarta rete stagionale per Christian Kouan, il centrocampista del Grifo con il vizio di infilzare le difese avversarie. “E’ stato un gol pesantissimo per portare a casa tre punti fondamentali”. A Pesaro è bastato il guizzo dell’ivoriano per sbrogliare una matassa che poteva diventare molto intricata per il Perugia di Caserta.

“Non dovevo giocare ma Sounas ha avuto un problemino”, ha detto Kouan a Umbria Tv confermando quando svelato poco prima da Caserta.Io non lo sapevo e quando il mister ha dato la formazione mi sono detto: ‘perché non sfruttare l’occasione?’”.

“Ci metto sempre il massimo impegno – ha aggiunto -. La maglia del Perugia è pesante quando la indossi e bisogna sempre dare tutto. I tifosi ci mancano, speriamo riaprano gli stadi”. Kouan continua a incarnare lo spirito del Grifo di Caserta perché “come dice il mister nessuno è indispensabile ma tutti siamo importanti. La società ha fatto un mercato importante e chiunque gioca deve dare tutto”.

Il centrocampista si è anche tirato un po’ le orecchie da solo. “Sul gol l’ho presa di nuca per metterla sul secondo palo, ma anche nella seconda occasione di testa avrei dovuto fare gol e sono arrabbiato perché non mi piace sbagliare. La dedica è per la mia famiglia, mia mamma e mio zio che sono fondamentali per me”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Mah, ancora col sistema, secondo me s'è fatto fuori da solo, si è voluto fare fuori...."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Caro amico ci a portato ci vuole H. Saluti."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Con Galeone il calcio era uno spettacolo. Si poteva vincere o perdere ma il gioco era divertente senza troppi tecnicismi. Un po' come il calcio di..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Grande personalità, maestro di vita, semplicità da vendere .unico"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da News