Resta in contatto

L'angolo dell'avversario

Grifo, il Modena è carico: “A Perugia per sapere chi siamo”

Ulteriore riprova dello sbarco in Umbria di avversari che vanno a mille e che puntano sull’entusiasmo. Pergreffi: “Sarà una bella partita. Il Perugia si presenta da solo. Noi metteremo concentrazione e attenzione”

Il Modena sbarcherà carico e in fiducia a Perugia. Lo si è capito dalle parole rilasciate da parte dei tesserati gialloblu nel corso della settimana. Dopo la dichiarazione d’intenti dell’attaccante Monachello e il messaggio del ds Matteassi, sono arrivate anche le parole di Antonio Pergreffi.

Il difensore degli emiliani ha parlato così della sfida che sabato il Grifo giocherà contro i canarini: “Sarà una partita tosta che dovrà dirci davvero chi siamo. Ci saranno tante azioni da una parte e dall’altra. Sarà una bella partita da vedere e da giocare. Serviranno concentrazione e attenzione. L’atteggiamento farà la differenza”. Il Modena arriva da un periodo di forma molto positivo, come sottolineato dallo stesso Pergreffi (“I nove punti nelle ultime tre partite hanno dato morale e consapevolezza”). La fiducia è tanta anche per affrontare un avversario blasonato come la squadra di Fabio Caserta (“Il Perugia è una squadra che si presenta da sola. Sceso dalla Serie B e in lotta per il titolo”). Infine, il giocatore canarino ha anche spiegato il suo punto di vista sulla corsa al vertice: “Manca una squadra ammazza campionato. La classifica è molto corta e ci si giocherà tutto fino alla fine. Ci saranno dodici finali”.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Grifone Fontivegge
Grifone Fontivegge
5 mesi fa

Per noi sono 14 finali! Per ora testa solo al Modena

Valter Fioriti
Valter Fioriti
5 mesi fa

Sarà meglio per voi anche se non avete scampo illusi

Valerio
Valerio
5 mesi fa
Reply to  Valter Fioriti

a perugia solo i baci

Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ti ho voluto bene e ti ho odiato mi hai fatto piangere di gioia e di rabbia, avrei voluto abbracciarti un giorno e picchiarti il giorno dopo... La..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da L'angolo dell'avversario