Resta in contatto

News

Grifo, il dolce aprile di Caserta

La statistica de Il Messaggero e La Nazione: le squadre del tecnico reggino nel quarto mese dell’anno volano alla media di 2,3 punti a partita. E con la Juve Stabia è già arrivato anche l’en plein…

A Cesare quello che è di Cesare. Se nelle otto partite disputate a marzo il Perugia di Fabio Caserta è stato protagonista di una frenata in classifica, rispettando il trend ‘marzolino’ che il tecnico di Reggio Calabria aveva già evidenziato anche alla guida della Juve Stabia, allora ad aprile c’è da attendersi… fuoco e fiamme.

Proprio così. La statistica è riportata nell’edizione odierna de Il Messaggero e La Nazione dell’Umbria: è ad aprile che le squadre di Caserta danno il meglio. Lo dimostrano due delle tre stagioni alla guida della Juve Stabia (nella terza ad aprile non si è giocato causa pandemia): nel campionato di serie C 2018-2019, nel mese di marzo le Vespe guidate in tandem dall’attuale tecnico biancorosso e dal collega Ferrara misero insieme 2 vittorie, 2 pareggi e 1 sconfitta in 5 partite per poi chiudere il campionato con un più che lusinghiero quarto posto. Nel campionato successivo, con il solo Caserta alla guida, ad aprile la Juve Stabia fece addirittura l’en-plein: 4 vittorie su 4.

Ed è proprio l’en plein quello che serve al Perugia. La prima partita nel mese di aprile con il Grifo ha portato il netto 3-0 a domicilio alla Virtus Verona. In tutto ad aprile le squadre di Caserta hanno ottenuto 7 vittorie, 2 pareggi e un solo ko, alla stratosferica media punti di 2,3 a partita. Come dire che i presupposti per questo rush finale a caccia del primo posto che vedrà il Perugia ad aprile impegnato con Triestina, Ravenna, Matelica e Feralpisalò (il 2 maggio) ci sono davvero tutti.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ti ho voluto bene e ti ho odiato mi hai fatto piangere di gioia e di rabbia, avrei voluto abbracciarti un giorno e picchiarti il giorno dopo... La..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da News